Quantcast

Cittadella del Carnevale, Pizzichi: «Il progetto già c’è. Ma Benini preferisce un nuovo supermercato»

Più informazioni su

FOLLONICA – «Dei politici che raccontano balle ai cittadini, Benini è il re» afferma Daniele Pizzichi consigliere comunale della Lega. «Dopo le cavolate raccontate sul depuratore, ora si rispolvera il progetto Cittadella del Carnevale che, sarebbe bloccato dall’arrivo del commissario che dovrebbe amministrare la città in attesa del ballottaggio».

«Ma siamo seri una volta per tutte: da vent’anni i rioni aspettano nuovi capannoni ed ora la colpa dei ritardi sarebbe dell’arrivo del commissario? Lo sappiamo bene che Benini va in giro, riunione dopo riunione, cena dopo cena, a far vedere il progetto ​Eurospin​. Il punto è che su quel progetto il sindaco non dice la verità, o almeno ne dice una parte. Se c’è uno che ha bloccato la cittadella è proprio Benini, poiché il progetto dell’ex assessore Aloisi è pronto per essere messo a bando da circa tre anni».

«Ed invece si preferisce spostare i cantieri comunali per far posto ad un supermercato il cui proprietario, in cambio del beneplacito ricevuto dal Comune, costruirebbe gratis la cittadella – prosegue Pizzichi -. Ma Benini ha detto ai rioni che un’operazione di questa portata comporta una variazione impressionante del Regolamento urbanistico i cui iter di approvazione sono, per loro natura, lunghissimi? Benini ha fatto un conto serio e professionale e, soprattutto, obiettivo, dei danni che Coop, Lidl e Penny potrebbero subire anche in termini occupazionali? Che fine farebbe il rilancio del centro commerciale della 167 ovest che da anni aspetta un’attività capace di riportare gente nello stabile? Qualcuno può garantire che i piccoli commercianti del centro non subiranno un’altra ulteriore botta alla tenuta delle loro attività?».

«Che fine farebbero i progetti di altri supermercati e piani di sviluppo depositati in altre zone della città, non servite dalla grande distribuzione, le cui aspettative disattese potrebbero produrre cause legali al Comune – si domanda Pizzichi -? Queste sono solo le prime domande che potrebbero produrre grandi grattacapi, anche sotto il profilo giuridico. Benini è in campagna elettorale, e promettere di tutto è ciò che gli riesce meglio, raccontare la verità meno».

Più informazioni su

Commenti