Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serena Perin del Triathlon Grosseto spopola ad Ostia: prima donna nello sprint

GROSSETO – Trionfo grossetano al litorale romano di Ostia nell’ultimo weekend di gare di triathlon del centro Italia, con Serena Perin del Triathlon Grosseto che fa suo il primo gradino del podio nella specialità sprint.

Due infatti le gare in programma per consentire agli appassionati della triplice di confrontarsi con le differenti distanze: il sabato si è disputato il “medio” con i suoi 1,9, 90 e 21 km suddivisi tra nuoto, bici e corsa; mentre la domenica è stata la volta appunto della distanza corta “sprint” con i suoi 0,75, 20 e 5 km. Due gli atleti partenti per il team maremmano del presidente e atleta Riccardo Casini; sabato spazio a Fabrizio Francioli che riusciva a completare la propria gara con l’ottimo tempo di 5 h 38 min e 31 sec; penalizzato sicuramente nella frazione di nuoto che lo ha visto percorrere oltre 200 mt in più rispetto a quelli previsti; Fabrizio ha poi recuperato posizioni durante la frazione centrale, mentre ha sofferto molto durante la corsa finale, ma malgrado dolori muscolari e intestinali è riuscito a terminare la sua prova con il sorriso e la passione che contraddistinguono gli atleti della società grossetana.
La domenica è stata la volta della gara Sprint a cui ha partecipato la “nuova” iscritta del team maremmano Serena Perin, reduce dall’ottimo debutto di domenica scorsa a Tirrenia; sicuramente tutti si aspettavano una bella prova, ma Serena è riuscita anche questa volta a stupire tutti arrivando prima assoluta tra le donne.
Gara in rimonta per Serena, che dopo un discreto nuoto concluso attorno alla decima posizione ha giocato al meglio le sue carte nella frazione bike dove è riuscita a fare la differenza e a staccare letteralmente tutte le altre atlete; la corsa poi è stata una galoppata trionfale, dove Perin ha potuto gustare il sapore della prima vittoria frutto di tanti sacrifici e determinazione riuscendo ad incastrare gli allenamenti tra il lavoro, il ruolo di mamma e moglie e una grande passione per lo sport all’aria aperta.
“Sicuramente vivere in Maremma – ha detto la triatleta – aiuta per chi ama come noi gli sport all’aria aperta, basta uscire di casa per trovare strade su cui correre o allenarsi in bicicletta: sotto questo punto di vista abbiamo una palestra a cielo aperto per quasi dodici mesi all’anno”.
Grande la soddisfazione di tutto lo staff grossetano che vede per la prima volta una propria portacolori tagliare il nastro di arrivo in una gara di triathlon.
Da notare che questa è stata per Serena la seconda gara di triathlon dopo l’ottimo terzo posto all’esordio allo sprint Città di Tirrenia della scorsa settimana ed in questa occasione è riuscita a fare ancora meglio. Serena è seguita quotidianamente dal coach e triatleta Alessio Rispoli ed è la dimostrazione di come il triathlon sia comunque uno sport alla portata di tutti uomini e donne riuscendo ad incastrare lavoro, famiglia e passione sportiva.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.