Quantcast

Cipressino, «Il primo lotto non basta». L’opposizione chiede chiarezza sulla strada

La minoranza si rivolge direttamente al Sindaco in vista del prossimo Consiglio comunale convocato Lunedì 28 ottobre.

CASEL DEL PIANO – “Le cose non sono ancora chiare sul futuro dei lavori che interessano la strada del Cipressino” – dichiara Samuele Pii a nome del gruppo di opposizione Tradizione e Innovazione, nel Comune di Castel del Piano.

“In riferimento alla risposta alla nostra interrogazione sullo stato dell’arte sulla strada del Cipressino vorrei sottoporre alla attenzione del Sindaco e della Giunta alcune osservazioni. Prendiamo atto che con notevole ritardo siamo finalmente giunti alla pubblicazione del bando di gara relativo al primo lotto” – dichiara il capogruppo Samuele Pii – “non possiamo ignorare che la risposta appaia quasi una formalità e non frutto di una scelta di una amministrazione che considera questo intervento un’opera pubblica prioritaria e sulla quale spendere ancora energie e valga la pena di battersi”.

“Questa nostra opinione è ancor più avvalorata dalle argomentazioni successive” – continua Pii – “il Sindaco non risponde rispetto ai tempi stabiliti nel cronoprogramma oggetto dell’accordo; non fa chiarezza sul programma del secondo lotto, che la Provincia non ha inserito nel piano delle opere pubbliche, e si dimentica di dire che i soldi oggetto dell’accordo sono sei milioni e che andranno utilizzati. A tutto questo bisognerà che l’amministrazione ci presti attenzione”.

“Quando il Sindaco afferma che per il secondo lotto occorre attendere la pubblicazione sul bollettino ufficiale”, – prosegue Pii – “forse si dimentica di dire che è la provincia a dover sbloccare l’iter per rendere cantierabile il secondo lotto. Ci attendiamo un ulteriore chiarimento nelle comunicazioni del Sindaco al prossimo Consiglio comunale” – conclude Samuele Pii.

Commenti