Yankee Doodle si mette alle spalle Maremma e Anouschka e domina in campionato

MARINA DI GROSSETO – Le emozioni in acqua non sono mancate e neanche il sano agonismo. La nona edizione del campionato Mar di Maremma ha visto Yankee Doodle aggiudicarsi il titolo dopo un estenuante testa a testa. Il campionato, organizzato dal Circolo nautico Maremma in collaborazione con il Club velico Castiglione della Pescaia, il circolo amici della vela e il circolo Marco Vela di Talamone, si è articolo su 12 regate, durante le quali 20 imbarcazioni si sono date battaglia lungo la costa maremmana, in varie specialità, sia su regate costiere che su regate alle boe.

Alla fine, come detto, ha prevalso Yankee Doodle degli armatori Roberto Malfetti, Riccardo Roggi e Luca Vitale, davanti a Maremma del decano della vela maremmana Vasco Donnini e Anouschka di Paolo Biagini, rispettivamente secondi e terzi a una manciata di punti. Quarta piazza per Sobek di Luigi Pieraccini e Red Baron di Franco Saletti. La cerimonia di premiazione, alla presenza di tutti gli armatori e degli equipaggi, si è svolta in un clima goliardico di festa e partecipazione. Gli equipaggi e i circoli organizzatori si sono dati appuntamento al 2020 per la X edizione del Campionato.

Yankee Doodle vince Mar di maremma 2019

Con l’estate, in ogni caso, non termina l’attività velica del Circolo nautico Maremma che prosegue anche nel periodo invernale a livello agonistico con ben tre equipaggi, capitanati e addestrati da Piero Romeo. Già nel mese di novembre, gli equipaggi saranno presenti alla prima prova dello Scarlino match race series, gara internazionale di Grado 3, per poi recarsi a marzo in Grecia, a Corfù, per la gara internazionale Corfu race 2020. Altre imbarcazioni tesserate presso il circolo, invece, prenderanno parte ai vari campionati invernali di altura, in programma sia all’Argentario che a Punta Ala. Prosegue nel frattempo l’attività della scuola vela del Circolo nautico Maremma, in collaborazione con il Porto della Maremma, con i corsi invernali di vela su imbarcazioni soling e laser, perché la promozione degli sport velici non si ferma mai.

Commenti