Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dodicesima edizione per Piazze d’Europa. E in piazza arriva anche la ciccia

GROSSETO – I gustosi piatti a base di carne della cucina tradizionale maremmana proposti dai maestri macellai Federcarni, accompagnati dai pregiati vini della nostra terra, a cura della delegazione grossetana dell’Associazione Italiana Sommelier. Saranno questi gli ingredienti in più della dodicesima edizione di “Piazze d’Europa”. Il grande mercato internazionale sarà di scena a Grosseto da venerdì 25 a domenica 27 ottobre 2019.

La manifestazione è organizzata, come di consueto, dalla Confcommercio Grosseto e dalla Fiva Federazione Italiana Venditori Ambulanti, con il patrocinio del Comune di Grosseto.  Anche quest’anno saranno circa 160 gli stand che allieteranno il centro città, negli spazi intorno alle Mura Medicee, in viale Ximenes, Porta Corsica, Piazza de Maria e Piazza Esperanto. Oltre 20 i Paesi rappresentati, con i loro colori, profumi e sapori.

Gli stand rimarranno aperti dalle ore dieci alla mezzanotte per tutti e tre i giorni della kermesse ed offriranno tipicità europee ed extraeuropee tra oggettistica, enogastronomia, artigianato, florovivaismo. Dai saponi della Provenza alla paella valenciana, dai bulbi olandesi alla birra irlandese, si potranno trovare ed acquistare i prodotti caratteristici più apprezzati. Non mancheranno le tipicità regionali italiane.

In proposito, il vero evento clou è atteso per domenica 27 ottobre, quando, nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, in piazza Dante saranno di scena i Macellai di Maremma, il collaudatissimo gruppo del sindacato Federcarni Confcommercio Grosseto, con l’evento “Ciccia in piazza, degustazioni delle antiche ricette della Maremma”. Ciliegina sulla torta: la presenza dei sommelier A.I.S. Grosseto, grazie alla collaborazione con il delegato provinciale Antonio Stelli, che, per l’occasione, proporranno degustazioni di pregiati vini sempre e rigorosamente del territorio. A fare gli onori di casa, cimentandosi ai fornelli, ci sarà il presidente della Confcommercio Grosseto Carla Palmieri, che coinvolgerà cittadini ed illustri ospiti, per un pomeriggio ricco di sorprese. La manifestazione è realizzata in collaborazione con Assipan Confcommercio Grosseto, con il pane offerto dal presidente del sindacato provinciale dei panificatori Alessandro Berardi.

“La domenica offriremo una sorta di tributo alla nostra straordinaria terra di Maremma – dicono Carla Palmieri e Gabriella Orlando, presidente e direttore Confcommercio Grosseto – con tanti protagonisti che la sapranno raccontare al meglio, attraverso un percorso dedicato al gusto. Sarà un grande valore aggiunto per le nostre Piazze d’Europa. Ringraziamo di cuore tutti coloro che daranno vita all’evento, dai macellai ai panificatori, all’Associazione Italiana Sommelier, ed in particolare ad Antonio Stelli per la sua grande disponibilità”.

A coordinare il lavoro della squadra dei macellai, ci sarà Gabriele Rossi, neo presidente provinciale Federcarni Grosseto. Di pochi giorni fa è infatti la notizia del passaggio di testimone con Andrea Laganga.

“Ringrazio Andrea per l’impegno portato avanti in questi anni – commenta Gabriele Rossi – e sono felice di poter continuare a contare sulla sua collaborazione nel nostro gruppo. Grazie ai colleghi che mi hanno dato fiducia e sono onorato di questo nuovo incarico. Il mio proposito è di continuare nel percorso di promozione e valorizzazione della nostra professione e del nostro territorio. Il 27 ottobre presenteremo dei piatti dove il prodotto povero ma di qualità, nel rispetto della tradizione, trattato con tecniche e lavorazioni sapienti ed innovative, riesce a diventare un vero capolavoro”.

Queste le macellerie associate Federcarni Confcommercio Grosseto che parteciperanno all’iniziativa “Ciccia in piazza”: Macelleria Gabriele Berti, Macelleria Etrusca di Bini Massimiliano, Antichi Gusti di Maremma, Mercato Carni, Macelleria Passalacqua, Macelleria Pino e Luca. “La Maremma si racconta nelle proprie eccellenze – spiega Antonio Stelli, delegato A.I.S. Grosseto – incontri di gusto ed equilibri perfetti, sinergie uniche nella qualità delle carni presentate dai Macellai di Maremma e il nettare di Bacco servito dalla gestualità e professionalità dei Sommelier A.I.S. Grosseto”

Grosseto, intanto, si prepara ad accogliere tantissimi visitatori. Del resto, Piazze d’Europa è ancora oggi la manifestazione che fa registrare, a livello di presenze, i numeri più alti.

“Si tratta di un format ben collaudato – sostiene Agostino Ottaviani, presidente provinciale Fiva – che, soprattutto, piace alla gente. Questo a dimostrazione ed a conferma che, con prodotti di qualità ed espositori professionali, i mercati sono un fiore all’occhiello della nostra bella Italia. Sono luoghi di socializzazione, di animazione delle città e di vita all’aperto, e pertanto andrebbero sempre più incentivati, sostenuti e valorizzati”.

“Piazze d’Europa torna a Grosseto e l’Amministrazione comunale non può che essere soddisfatta – dicono il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore Riccardo Ginanneschi -: ringraziamo gli organizzatori che ogni anno si danno da fare per rinnovare l’appuntamento e renderlo sempre nuovo. Sappiamo bene quanto impegno ci sia non solo a livello di pianificazione e raccordo tra i vari soggetti, ma anche logistico e di gestione degli spazi. Il Comune – anche nell’edizione 2019 – continuerà a sostenere Piazze d’Europa assicurando tutto il supporto necessario alla buona riuscita dell’evento che, oltre a dare spazio agli espositori in arrivo dall’Europa e da tutto il mondo, si conferma un’ottima vetrina anche per le tradizioni locali. Queste ricevono sempre grande spazio, così che il nostro territorio sia valorizzato al massimo e possa essere conosciuto, facendo una passeggiata nel centro cittadino o assaggiando le nostre specialità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.