Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Centro sociale nell’ex fattoria: al via il progetto di recupero

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Il sindaco Farnetani, all’inizio del nostro secondo mandato amministrativo, mi aveva assegnato l’incarico di seguire il recupero con destinazione sociale dell’ex edificio di Fattoria delle anatre e oggi posso ufficialmente dire che siamo soddisfatti di presentare il progetto definitivo di questo nuovo centro polifunzionale per il sociale che sorgerà in via Isolabella». Sandra Mucciarini, consigliera comunale è entusiasta di fare questo annuncio e prosegue nella presentazione di quanto realizzato.

«Siamo arrivati a questa fase operativa così avanzata – tiene a sottolineare la consigliera – e voglio condividere il merito con le associazioni che hanno collaborato con l’amministrazione comunale per portare a termine questo nostro progetto. Il Lions Club Castiglione della Pescaia Salebrvm sono stati quelli che ci hanno assecondato maggiormente, venendo incontro alle nostre esigenze, producendo gratuitamente tutta la fase progettuale a firma dell’architetto Fabio Bonazia. Devo ringraziare anche i rappresentanti di “Ali sul Mare” per il contributo di idee, importante nella fase progettuale ad individuare soluzioni più idonee alla funzionalità della struttura».

«L’iter autorizzativo del progetto – aggiunge il sindaco Giancarlo Farnetani – ha ottenuto tutti i necessari nulla osta dagli uffici del Comune, dalla Commissione comunale per il paesaggio e della Soprintendenza archeologica delle belle arti e paesaggio per le province di Siena Grosseto e Arezzo. Il primo stralcio funzionale dell’opera, dell’importo complessivo di 350mila euro, sarà finanziato con contributo di 100mila euro del bando Misura 7.4.1 promosso nell’ambito del programma leader 2014-2020 dal Far Maremma e per il restante importo con fondi propri individuati nell’ultima seduta del Consiglio comunale».

«L’intervento – illustra la consigliera Sandra Mucciarini – prevede la riqualificazione di un’area di margine fra la pineta e il padule della Diaccia Botrona, mediante la completa demolizione di immobili fatiscenti e fabbricati precari sorti nel corso degli anni e la costruzione di un nuovo edificio polifunzionale per il sociale, che permetterà da una parte di riunire in modo sistematico alcune funzioni attualmente collocate in spazi ridotti come la ludoteca, colonia estiva, percorsi formativi per disabili e dall’altra di porre fine ad una situazione di degrado, migliorando sensibilmente il livello qualitativo dell’area».

Il nuovo fabbricato, che avrà una superficie di 331 metri quadrati, si svilupperà lungo l’asse longitudinale del lotto, parallelamente alla strada, e sarà composto da tre corpi di fabbrica principali, ciascuno identificabile con una delle differenti funzioni per il sociale che vi si andranno a collocare, con interposte le aree di ingresso e i servizi.

«Si tratterà di un fabbricato moderno e funzionale – continua nell’anticipare il progetto Mucciarini – totalmente privo di barriere architettoniche e con una spiccata attenzione al rispetto dell’ambiente e al contenimento dei consumi energetici».

«Un intervento importante per il territorio castiglionese – concludono Farnetani e Mucciarini – in linea con le politiche orientate al sociale che questa amministrazione ha messo in atto in questi anni. Il centro dovrà svolgere la funzione di aggregazione del mondo giovanile, dalla ludoteca, ai percorsi formativi e di integrazione con le varie disabilità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.