Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cane ucciso da un carabiniere, esposto in Procura dell’Ufficio garante dei diritti degli animali

Più informazioni su

GROSSETO – Anche il comitato nazionale Ugda (Ufficio garante diritti degli animali) Odv entra nella vicenda del cane di piccola taglia ucciso ad Isola del Giglio da un carabiniere. E lo fa con un esposto in Procura «per chiedere che venga fatta chiarezza sull’accaduto, date le voci contrastanti sulla vicenda» afferma Paola Suà presidente del comitato nazionale Ugda Odv.

«Tramite il nostro avvocato penalista Patrizia d’Elia Palmieri del foro di Milano, abbiamo già provveduto a inviare all’istituto zoo profilattico di Grosseto nonché alla Ausl veterinaria di competenza e al sindaco del Giglio formale istanza, inoltrata in copia anche alla Procura della Repubblica di Grosseto per conoscenza, con la richiesta che all’esame autoptico della carcassa del povero cane deceduto venga autorizzata la presenza di un perito di parte nominato dal Comitato, ovvero il medico veterinario Franca Ciani».

«Qualora dall’esame autoptico della carcassa del cane dovesse risultare che gli spari abbiano raggiunto l’animale di schiena, come qualcuno avrebbe ipotizzato – prosegue Suà -, a parere del Comitato sarebbe da ritenere irricevibile una motivazione di legittima difesa in quanto il cane, dopo aver eventualmente morso, si sarebbe staccato e allontanato dall’aggredito mostrandogli le spalle, non insistendo nell’aggressione. Se ciò fosse accertato, in adesione alla normativa regionale vigente che prevede un iter ben preciso per i cani ritenuti aggressivi, ma che mai ammette la soppressione dell’animale (tanto meno con sparatorie in un centro abitato e quindi i potenziali rischi per passanti e/o animali), soprattutto da parte di soggetto che, per ruolo, è tenuto a mantenere il pieno controllo in situazioni di emergenza, non potremmo esimerci nostro malgrado dal richiedere alla Procura competente l’accertamento effettivo dei fatti e se vi siano stati violazioni di legge».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.