Quantcast

Offese razziste in campo: insultato per il colore della pelle. Grosseto: «Noi non ci stiamo»

Il Grosseto calcio condanna il grave episodio di razzismo accaduto ieri durante la partita della Juniores nazionale

Più informazioni su

GROSSETO – Tutto è successo ieri sul campo del Serravezza quando un calciatore della squadra Juniores dell’Unione sportiva Grosseto 1912 è stato insultato e offeso per il colore della sua pelle da un avversario. Non un singolo episodio, ma offese ripetute per tutta la partita. Una situazione inaccettabile che la società biancorossa ha subito denunciato.

«La società condanna – si legge nella nota dell’Us Grosseto – il grave atto di razzismo che si è verificato ieri pomeriggio in campo, durante la partita della Juniores nazionale a Seravezza, quando uno dei propri tesserati è stato insultato pesantemente con frasi razziste da un giocatore della squadra avversaria».

«Vogliamo sottolineare la gravità degli insulti – spiega l’Us Grosseto 1912 – subiti da un nostro tesserato sia durante che dopo la partita, soprattutto perché arrivati in presenza di adulti, alcuni dei quali ricoprendo ruoli importanti dovrebbero innanzitutto educare i ragazzi, e invece non sono intervenuti».

«Il Grosseto calcio rifiuta categoricamente questi episodi di razzismo e ribadisce la propria solidarietà al ragazzo che è stato bullizzato mentre svolgeva con grande passione e professionalità l’attività sportiva».

Più informazioni su

Commenti