Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tirano sassi contro la Municipale. Arrestati dopo l’inseguimento per mezza città

GROSSETO – Due uomini sono stati arrestati (per loro – entrambi noti alle Forze dell’ordine e con precedenti – anche il divieto di dimora sul territorio comunale in attesa del processo con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale) dopo un lungo inseguimento da parte del Nucleo operativo sicurezza del Comune di Grosseto: erano privi di permesso di soggiorno e si sono rifiutati di fornire le loro generalità, aggredendo gli agenti della Polizia municipale e dandosi alla fuga.

L’episodio si è verificato ieri – 1 ottobre – sulle Mura di Grosseto. Gli agenti del Nos hanno individuato uno dei due uomini sulla scalinata tra il bastione Molino a Vento e il bastione Garibaldi e hanno cercato di identificarlo, ma  era sprovvisto di documenti. Hanno quindi cercato di condurlo al comando della Polizia municipale per la fotosegnalazione e tutti gli accertamenti del caso. L’uomo però ha opposto resistenza, con spinte e gomitate, dandosi alla fuga. All’altezza della sala Eden ha trovato il sostegno di un connazionale (anche lui privo di permesso di soggiorno, come accertato in un secondo momento) che lo ha aiutato ad allontanarsi, tirando sassi agli agenti della Polizia municipale, che – oltre ad usare lo spray – hanno intanto chiesto l’intervento dei colleghi e della Questura.

Dopo un lungo pedinamento da parte dell’unico agente della Polizia municipale rimasto illeso e in contatto con i colleghi, in via Vetulonia, dove sono accorse quattro pattuglie della Polizia di Stato e una della Polizia municipale, è scattato l’arresto per i due, che intanto si erano rifugiati all’interno di un’attività commerciale (nella foto il momento dell’arresto).

“Auguriamo ai due agenti una pronta guarigione – spiegano il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Polizia municipale Fausto Turbanti – e ringraziamo entrambi, così come tutti i colleghi entrati in azione, per il loro operato. Anche in questo caso è stata decisiva la collaborazione con le Forze dell’ordine, continuando sulla strada che abbiamo tracciato in questi anni di lavoro. Abbiamo delle zone critiche, che hanno bisogno di attenzione, e proprio su queste si concentrano le attenzioni dell’Amministrazione comunale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.