Due scacchisti grossetani secondi al torneo nazionale in Calabria

GROSSETO – Ottimo risultato della squadra toscana di scacchi a Cutro, in Calabria, sede della finale nazionale del Trofeo Coni (gli scacchi sono disciplina associata Coni).,

La squadra era composta da quattro ragazzi e ragazze, per la metà da due giovani alfieri di Mattoallaprossima Scacchi Grosseto, Gabriele ed Emma Fabbrucci, insieme ad Alberto Centamore di Prato e Daler Amonov di Siena.

La Toscana è arrivata seconda a pari merito (con quattro incontri vinti, un pareggio e due sconfitte), dietro al Veneto e insieme a Sicilia, Emilia Romagna, Lombardia; i giovani sono stati accompagnati dalla vicepresidente del comitato regionale Toscano, Elisabetta Teodosio.

La sede di Cutro, oggi chiamata la città degli scacchi, è famosa per la storia perché lì nacque Leonardo, detto Il Puttino, che sconfisse nel 1575 il più forte scacchistica dell’epoca, Ruy Lopez, al cospetto del re Filippo II di Spagna, diventando il primo campione del mondo non ufficiale.

Commenti