Rigenerazione urbana, il bando regionale porta in Maremma un milione

GROSSETO – La rigenerazione urbana porta in Maremma oltre un milione di euro in Maremma con il bando regionale. “Si trattava di un bando importante e l’alto numero di Comuni partecipanti lo conferma – commenta Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana –. Importante sia dal punto di vista dell’impostazione che come Regione abbiamo scelto di dare alle politiche del territorio improntandole al recupero dell’esistente riducendo al massimo il consumo di nuovo suolo, sia per i comuni che con questi contributi possono riqualificare edifici e strutture destinandoli, magari, a nuove attività e finalità”.

Sono quattro i comuni della provincia di Grosseto interessati da questa prima tranche di finanziamenti: Monterotondo Marittimo, con il progetto di riqualificazione dell’ex cinema ACLI a cui è assegnato un contributo di 178.630,91; Massa Marittima, con il progetto di trasferimento del museo di arte e storia delle miniere Subterraneo a cui è assegnato un contributo di 275.398,65; Gavorrano con il progetto di realizzazione della nuova biblioteca ai Bagnetti della miniera a cui è assegnato un contributo di 254.149,66; Roccastrada, con il progetto di rigenerazione dell’area di intersezione viaria tra via Montemassi, via Collacchia, via Toscana e via del Diaccialone a Ribolla a cui è assegnato un contributo di 532.465,33.

“Complessivamente arriveranno ai quattro comuni maremmani oltre 1milione e 240mila euro – prosegue Marras –, risorse rilevanti che concorreranno a migliorare l’offerta turistica del nostro territorio e la qualità della vita delle comunità coinvolte. L’impegno, ribadito anche dall’assessore Ceccarelli, è quello di individuare altre risorse per poter scorrere la graduatoria e finanziare altri progetti: sono 58 quelli presentati di cui 14 quelli assegnatari di contributi. La misura rientra anche nel tentativo di rilancio delle aree interne della Toscana, per questo sarebbe ancora più importante poter finanziare tutte le proposte ricevute”.

Sintesi dei progetti:

Monterotondo Marittimo, l’intervento riguarda la riqualificazione funzionale dell’ex cinema Acli, da destinare a sala polifunzionale per iniziative pubbliche, private e di associazionismo, quale punto di aggregazione a servizio della comunità, prevedendo in particolare lo sviluppo di un progetto sull’invecchiamento attivo o active ageing.

Le proposte dei comuni di Massa Marittima e di Gavorrano sono finalizzate alla creazione di nuove polarità urbane, attraverso il riuso e la riqualificazione di edifici connessi al Parco Minerario. In particolare, il progetto di Massa Marittima prevede la riqualificazione di un edificio ex scolastico per trasferirvi il Museo di Arte e Storia delle Miniere, in diretta connessione con l’adiacente Museo della Miniera in galleria, al fine di realizzare un unico polo espositivo, denominato SUB-TERRA-NEO, in ampliamento a quello esistente. Mentre a Gavorrano il recupero di un edificio minerario dismesso (ex Bagnetti) per la realizzazione della biblioteca comunale contribuirà alla creazione della “Porta del Parco”.

Il progetto del comune di Roccastrada (edificio a Ribolla) riguarda la riqualificazione di un edificio pubblico inutilizzato da destinare a funzioni amministrative e di servizio sanitario, per l’aggregazione sociale e l’organizzazione di eventi, al fine di restituire l’immobile alla comunità locale, recuperando aree degradate e rinnovando le funzioni circostanti e le connessioni con il contesto urbano.

Commenti