Lavori pubblici, arriva la richiesta al ministero: «Due milioni di euro per le opere strategiche»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Una buona amministrazione deve sapere quali sono le priorità alle quali far fronte e i progetti di largo respiro da inserire nella propria programmazione, ma per poterli realizzare ha bisogno di ingenti risorse che spesso devono essere ricercate all’esterno, partecipando a fondi e finanziamenti europei e statali».

Con questa affermazione la vicesindaca Elena Nappi, che ha la delega anche ai Lavori pubblici, anticipa quanto deciso dalla Giunta comunale nei giorni scorsi e che sarà portato in approvazione nella seduta del prossimo Consiglio comunale del 30 settembre all’interno della variazione al programmo annuale e triennale dei lavori pubblici.

«Dopo aver ricevuto la nota dalla Prefettura di Grosseto dei fondi messi a disposizione per i comuni dalla legge di Bilancio del 2018 – rivela la vicesindaca – abbiamo presentato al Ministero dell’Interno la richiesta di contributi per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio per un importo complessivo di 2 milioni e 371mila euro, che serviranno a far partire importati lavori nel 2020».

«L’elenco delle opere pubbliche da realizzare – spiega Nappi – ci permetteranno la risoluzione di alcune criticità sulle strade con intensa viabilità, mettendole in sicurezza dal rischio idrogeologico e attiveremo azioni di miglioramento sulle scuole».

I progetti che potrebbero partire nei prossimi mesi sono undici e vanno dalla messa in sicurezza idraulica della strada in località Paduline, a valle della rotatoria (€ 120.000,00), alla riqualificazione e messa in sicurezza della strada di circonvallazione del capoluogo (€ 250.000,00), al sottofondo stradale in località Piatto Lavato (€ 200.000,00), passando per il reticolo stradale del capoluogo, con l’abbattimento delle barriere architettoniche e la sistemazione dei marciapiedi (300mila euro). Stessa cifra richiesta per la sistemazione dell’anello di San Martino in Pian di Rocca. Occorreranno, inoltre, 70mila euro per il consolidamento del muro di sostegno e la messa in sicurezza in via XX Settembre e sarà migliorato, impegnando 250mila euro, il sistema sismico della palestra delle scuole medie di viale Kennedy con l’ulteriore sostituzione di tutti gli infissi e per tutti gli edifici delle scuole dell’obbligo è in programma la sistemazione del manto di copertura per un importo complessivo di 150mila euro. Anche gli altri edifici, comunali, come la Biblioteca Italo Calvino e la sede del Comune saranno soggetti a sistemazioni straordinarie e miglioramenti sismici per circa 400mila euro, mentre a “Palazzo Centurioni” con 351mila euro prenderanno il via i lavori di manutenzione per l’adeguamento impiantistico e antincendio.

«Alla predisposizione di tutti questi progetti – spiega Elena Nappi – in fase preliminare, ha lavorato il personale dell’Ufficio Lavori Pubblici che devo ringraziare per l’impegno e la professionalità dimostrata. Adesso aspettiamo buone notizie dal Ministero dell’Interno e se ci saranno concessi i contributi richiesti partiremo immediatamente con le fasi procedurali che porteranno al via questi lavori».

Commenti