Sciopero clima, l’amministrazione: «Amate il vostro territorio, studiate l’educazione ambientale»

GROSSETO – “Venerdì, in occasione dello sciopero degli studenti per i cambiamenti climatici, il messaggio che vogliamo dare è semplice: imparate ad amare il vostro territorio, studiate l’educazione ambientale. L’amore per questa materia sarà amore per l’ambiente e quindi amore per se stessi e per gli altri”. Lo scrivono, in una nota, il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore all’Ambiente Simona Petrucci.

“Per questo – continuano -, ai ragazzi che decideranno di astenersi dalle lezioni,  noi consigliamo di utilizzare le ore per documentarsi su come sia possibile, ognuno nel proprio piccolo, contribuire al risanamento dell’ambiente e mettere in atto buone pratiche di tutela. Noi crediamo che sia questo il viatico più efficace per dare contenuti e valori alla giornata di venerdì. Rendiamo lo sciopero un’ora di educazione civica e ambientale, che attendiamo torni presto obbligatoria negli istituti: al posto degli slogan e dello striscione diamo spazio a una riflessione, anche collettiva e partecipata, proprio come piace alle nuove generazioni e al mondo della scuola, su quale potrebbe essere un contributo concreto per salvaguardare ciò che la natura ci ha offerto e che vogliamo continui a offrire, salvaguardando un equilibrio che è già stato messo a dura prova. Sarebbe bello che, proprio grazie ai ragazzi, i valori alla base del Global Climate Strike di venerdì invadessero le nostre case, rendendo partecipi le famiglie del messaggio che stiamo lanciando: ognuno può insegnare ai propri genitori e ai propri familiari a fare uno sforzo in più per un futuro migliore, magari cancellando una cattiva abitudine sostituendola con una buona pratica”.

“E’ ciò che stiamo cercando di fare come amministrazione attraverso i progetti ambientali, che tanto successo stanno riscuotendo, con oltre 4mila ragazzi coinvolti negli ultimi tre anni tra elementari e medie del territorio di Grosseto, anche grazie all’entusiasmo delle scuole, a partire dagli studenti fino agli insegnanti e allo staff degli istituti. Educare e formare i cittadini di oggi e domani è essenziale per salvare il pianeta: per questo siamo anche impegnati in una massiccia campagna di educazione ambientale del cittadino e in una maggiore attività di controllo sul territorio per la prevenzione dei reati ambientali – proseguono Vivarelli Colonna e Petrucci -. Sulla scia di quanto fatto su tutti questi fronti fino ad ora, venerdì il Comune sarà in piazza Dante, dalle 8 alle 13, con cinque educatori che illustreranno, a cittadini e studenti, come differenziare in maniera efficace e corretta i rifiuti, evitando così gli sprechi e l’inquinamento che tanto danneggia il nostro ambiente”.

“Invitiamo inoltre tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado a organizzare assieme all’amministrazione comunale una giornata interamente dedicata all’ambiente in cui, tra le varie azioni formative, ci sarà proprio la piantumazione di tanti nuovi alberi per rendere la nostra città più bella e salubre. Un progetto a cui già gli uffici stanno lavorando e che presto passerà alla fase operativa con il coinvolgimento delle scuole, che tanto hanno da insegnare in termini di entusiasmo, spirito di collaborazione e nuove idee. Anche in questo caso – concludono il sindaco e l’assessore – sappiamo che questo appello verrà accolto positivamente: ne è testimonianza la massima solidarietà che il corpo docente ci ha dimostrato, assieme alla grande competenza, durante i vari incontri con i ragazzi sulla sensibilizzazione al rispetto ambientale avvenuti nell’ultimo triennio”.

Commenti