Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Erosione costiera, Pecorini: «Al via l’ultima fase dei lavori, termineranno a aprile»

FOLLONICA – Sarà avviata oggi, mercoledì 25 settembre, la prima fase dell’ultimo lotto dei lavori per la difesa dell’abitato di Follonica dall’erosione costiera.

“Difendere la costa – dichiara il sindaco Andrea Benini – significa difendere Follonica ed è per noi strategico. Lo è dal punto di vista ambientale, ma lo è anche dal punto di vista economico perché permette agli operatori del settore turistico di poter contare su di una maggiore superficie di spiaggia. Questi lavori, insieme a quelli già conclusi sul territorio comunale follonichese e a quelli nei comuni limitrofi permetteranno di preservare il nostro bene più prezioso: il golfo di Follonica”.

“Ringrazio – conclude il sindaco – tutti coloro che a vario titolo hanno collaborato a questo grande e strategico progetto: la Regione Toscana, il Genio Civile regionale, la Capitaneria di Porto, l’ufficio comunale del demanio marittimo, i lavori pubblici, la Polizia Municipale, e gli operatori follonichesi, come gli stabilimenti balneari e le strutture ricettive con i quali il confronto è stato costante”.

Gli interventi, della durata prevista di circa tre mesi, riguarderanno il completamento della ricarica e risagomatura della barriera soffolta esistente, nel tratto compreso tra la foce del torrente Petraia e il Bagno Florida. Tali operazioni, analogamente a quanto fatto in precedenza nei tratti limitrofi, vedono l’apporto di massi e materiale lapideo via terra e per consentire l’accesso al cantiere dei mezzi dell’impresa esecutrice, il cui accesso sarà ubicato alla fine di via Carducci, è stato necessario modificare la circolazione in Via Fiume e via Carducci con l’istituzione di divieti di sosta sul lato destro e fermata ambo i lati.

È previsto anche il ripascimento dell’arenile, anticipandolo rispetto allo scorso anno ,concentrando l’apporto di sabbia nei tratti più in sofferenza. Si procederà infine al ripristino degli isolotti di segnalamento e dei tratti di scogliera danneggiati durante la mareggiata del 28 ottobre 2018, operando via mare mediante pontone.

“Stiamo per completare – aggiunge il vicesindaco, con delega al Mare, Andrea Pecorini – una delle opere pubbliche più strategiche per la nostra città. Grazie alla protezione della costa potremo avere un’arenile più ampio che darà benefici economici e ambientali immediati. Il mare è la ricchezza della nostra città e in questi ultimi mesi abbiamo lavorato insieme al Consorzio degli Stabilimenti Balneari di Follonica per concordare un percorso che è stato costruito con l’obiettivo comune di portare il maggior beneficio per la nostra città”.

“Abbiamo già completato i lavori del litorale sia a nord che a sud del Petraia e ci apprestiamo adesso ad avviare e concludere quelli per la zona del centro di Follonica (tratto foce petraia- stabilimento Florida). E’ indubbio – conclude il vicesindaco -, vista la conformazione che ha la nostra città molto densamente popolata soprattutto in centro, che ci saranno alcuni disagi per i cittadini che abitano nelle vie vicine al cantiere ed è per questo che nei giorni scorsi abbiamo promosso un incontro con i residenti di via Fiume e limitrofe. Ci ha sempre contraddistinto la scelta di confrontarci con i cittadini e anche in questo caso non ci siamo sottratti per poter illustrare quanto sia strategico per l’intera città portare a conclusione questi lavori”.

Il termine dei lavori è previsto entro la fine del mese di aprile 2020.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.