Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Intitolata a Mario Ferri la Cittadella della Studente

Più informazioni su

GROSSETO – Intitolata a Mario Ferri la Cittadella dello Studente. La cerimonia è avvenuta oggi alla presenza di Antofrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto, dell’assessore alla Toponomastica del Comune di Grosseto Giacomo Cerboni, di Roberto Ferri, figlio di Mario, e Luciano Giorgi, ex presidente della Provincia ed ex Onorevole.

Impegno civile, impegno sportivo, presidente del Grosseto: questo il curriculum minimo del personaggio politico cui si deve l’intuizione che ha poi segnato la storia di una comunità nel pensare ad un luogo dedicato ai giovani come è quello della Cittadella dello Studente, il campus grossetano dedicato alla didattica e allo sport.

“Oggi rendiamo merito ad un grande uomo che aveva una visione della città e della società – commenta Antofrancesco Vivarelli Colonna, sindaco di Grosseto -: la sua intuizione nasce da una attenzione profonda alla formazione a tutto tondo dei nostri ragazzi. Ma ferri non si è limitato a pensare la Cittadella: ha voluto, da amministratore concreto, renderla reale creando una parte della città che oggi forse diamo per scontata. Proprio per non lasciarla tale, oggi siamo qui a ricordare la dote di un grande politico che questa intitolazione vuole rendere palese”.

Mario Ferri, ex presidente della Provincia di Grosseto dal 1952 al 1967, senatore e presidente dell’Unione sportiva Grosseto. Nato nel 1927, scomparso l’8 maggio del 1978, Ferri fu senatore dal 1970 al 1972 e fu poi eletto per due legislature alla Camera dei deputati.

“Alcuni amministratori pubblici, oltre a segnare la crescita della propria comunità con il loro impegno politico, rimangono nei cuori dei cittadini e dei compagni di partito che per primi ne hanno conosciuto la capacità di interpretare anche umanamente l’evoluzione della società – commenta l’assessore alla Toponomastica del Comune di Grosseto Giacomo Cerboni -. Questo è il caso dell’onorevole Mario Ferri il quale, proprio negli anni in cui Grosseto viveva la sua prima espansione urbanistica e civica, ha saputo interpretare quella dinamicità in maniera lungimirante, con particolare attenzione alla formazione dei giovani, pensando per loro un luogo in cui potersi esprimere e sentire a casa. Per questo l’onorevole è nei pensieri dei suoi compagni del Partito Socialista Italiano che si sono dunque fatti promotori di questa intitolazione.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.