Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Psicosi Facebook, «Adescatore di ragazzini in città» ma per ora non c’è nessuna denuncia

Più informazioni su

GROSSETO – Una punto nera, un uomo che abbassa il finestrino per parlare con i ragazzini e offrire loro 150 euro. Il racconto è partito da Facebook, da un padre che ha raccontato quanto sarebbe successo al figlio, e sotto le segnalazioni si sono moltiplicate.

Via Brigate Partigiane, via dei Mille «al figlio dei miei vicini», e poi ancora via Caracciolo, e poco distante dall’istituto agrario «mio figlio stava andando a scuola a piedi» precisa una mamma.

L’uomo, sempre secondo i racconti dall’auto, dopo essersi fermato a fianco di un ragazzino, prima chiede «dove poter andare per spendere dei soldi, per poi chiedere se questi soldi li vuole lui» e domandargli di salire in auto con lui. Qualcuno parla di un uomo maremmano sui 40-45 anni, con capelli e barba scura, che gira preferibilmente nella zona della Cittadella. I ragazzini sarebbero tutti da medie o primi anni delle superiori: tra i 12 e i 16 anni.

La cosa insolita è che, a fronte di tante segnalazioni su Facebook, nessuno sembra aver denunciato, non ci sono immagini, o foto di sorta. Al momento Carabinieri e Polizia non hanno alcuna denuncia in tal senso. In tanti dicono di non averlo fatto perché non sono riusciti a prendere la targa, anche se una denuncia contro ignoti è sempre possibile. Inoltre molte strade sono presidiate dalle telecamere della Polizia municipale, e una segnalazione con luogo e ora potrebbe portare all’individuazione di auto e targa e dunque far partire le indagini.

Anche se non ci sono denunce o indagini in corso, viste le tante segnalazioni sui social, le forze dell’ordine stanno comunque facendo accertamenti per capire fino in fondo la vicenda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.