Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lega sospende Salvini: «Noi siamo per le case chiuse, no per le donne in vetrina»

FIRENZE – “Sono indignata e disgustata, ma la proposta che la Lega ha avanzato in un luogo istituzionale quale una Commissione consiliare è davvero profondamente offensiva”. A parlare è Monia Monni, consigliere regionale del Pd, che ha postato su Facebook il video della seduta dove il consigliere leghista Roberto Salvini propone soluzioni per il  rilancio del settore termale.

“Turismo, terme, gioco: cos’è che va a cercare uno quando va in villeggiatura? Un imbriacone va a cercare la cantina: ma non sono mica tutti imbriaconi. C’è anche altra gente che va a cercare altre cose, no? Uno che vuole andare a giocare, uno che vuole andare a vedere dello spettacolo. Se mezza Europa ci investe in quell’indirizzo lì, non ce lo vogliamo mettere e toglierci il prosciutto dagli occhi?Io sono stato vent’anni, l’ho detto mille volte, alle fiere in Germania. In Olanda è uguale, in Austria è uguale, in Francia è uguale: troviamo le donne in vetrina. È un turismo anche quello perché c’è la gente così, sennò non ci starebbero. Dove le sfruttano le terme? Lì. È turismo: parti va là, vai in albergo e …”.

Nel frattempo Salvini viene contestato da un altro consigliere, e risponde: “Te non ci andresti, ma c’è chi ci va, perché sennò non sarebbero aperti. Non dimentichiamoci: cos’è Montecatini? Cos’è Firenze lungo i viali? Cos’è Viareggio?”.

“Ancora una volta la Lega dimostra di essere un partito contro le donne – conclude la consigliere dem Monni -. Lo ha dimostrato ampiamente stando al Governo, lo dimostra continuamente dai banchi del Consiglio regionale … Gravissima è la visione che hanno dell’universo femminile, questa proposta è davvero offensiva. Volete metterci in vetrina? Bene, in Toscana, vi garantisco, non ci riuscirete mai”.

“In merito alle recenti dichiarazioni del consigliere regionale Roberto Salvini – interviene Daniele Belotti, commissario della Lega Toscana – ho dato indicazione alla capogruppo leghista in Regione, Elisa Montemagni, di procedere alla sospensione del consigliere Salvini dal gruppo stesso”.

“I toni e i contenuti delle dichiarazioni del consigliere Roberto Salvini – continua Belotti – sono di una gravità tale che non possono essere sottovalutati e presi alla leggera. La Lega, da sempre, ha una linea politica, con i fatti ancor più che con le parole, di assoluta difesa del ruolo delle donne. Il nostro movimento vuole la riapertura delle case chiuse non per mettere le donne in vetrina, ma, anzi, sull’esempio di società civilmente evolute come Svizzera e Austria, per toglierle dallo squallore delle strade al fine di garantire più sicurezza nelle nostre città, eliminare il degrado nelle aree teatro di prostituzione da marciapiede, stroncare radicalmente l’indegno sfruttamento delle donne da parte di organizzazioni criminali, prevenire malattie a trasmissione sessuale e far emergere l’enorme ed incontrollata evasione fiscale, garantendo, in tal modo, entrate tributarie miliardarie per lo Stato”.

“Anche per quanto riguarda il turismo – precisa il commissario leghista – la Lega, da sempre, ha nella promozione dell’enogastronomia uno dei suoi punti cardini: la valorizzazione dei prodotti tipici favorisce il turismo enogastronomico e con esso il settore della ricettività e della ristorazione, oltre che il comparto agricolo che in Toscana rappresenta un’eccellenza mondiale. Per la Toscana, realtà bellissima, il nostro programma prevede di farne un fiore all’occhiello a livello internazionale di turismo culturale, artistico, termale, con in più la straordinaria offerta enogastronomica di altissimo livello. Il turismo sessuale non è tra gli obiettivi della Lega”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.