Al Polo universitario il conferimento delle supplenze: «Fondazione sempre con la scuola»

GROSSETO – »Una settimana, quella dal 16 al 21 settembre, in cui la Fondazione Polo universitario grossetano sarà ancora di più protagonista nell’ambito dell’istruzione. Alla sua sede di via Ginori, infatti, la rete di scuole GIA – Gestione incarichi annuali, con capofila l’Istituto Comprensivo Grosseto 5, gestirà le convocazioni unitarie per il conferimento delle supplenze annuali e temporanee agli aspiranti inseriti nelle Graduatorie di Istituto di tutte le istituzioni scolastiche della provincia di Grosseto.

Le convocazioni riguardano l’assegnazione di circa 800 posti destinati al personale docente di ogni ordine e grado e 150 posti destinati al personale ATA (Assistenti tecnici, assistenti amministrativi e collaboratori scolastici), fino al termine delle attività didattiche. Le proposte di assunzione saranno effettuate mediante lo scorrimento della graduatoria derivante dall’incrocio delle graduatorie d’istituto di tutte le scuole che sarà visibile in sede di convocazione e ad ogni aspirante sarà data la possibilità di scegliere fra le sedi disponibili al momento della chiamata. L’obiettivo della convocazione unitaria è quello di consentire a tutti gli istituti della provincia di iniziare l’anno scolastico con un organico pressoché completo, garantendo a studenti e famiglie un servizio efficace sin dai primi giorni di scuola.

“Un’occasione importante per la nostra Fondazione per accogliere gli insegnanti supplenti che affronteranno un nuovo anno scolastico, poiché la nostra realtà è direttamente collegata con le scuole; tante sono infatti le iniziative che ci vedono lavorare in connessione con il mondo dell’istruzione dell’obbligo, per assicurare agli studenti della provincia di Grosseto continuità e consonanza al loro percorso di studi” ha affermato Gabriella Papponi Morelli, presidente della Fondazione Polo universitario grossetano.

“Questa iniziativa è solo uno dei tanti modi per garantire ai cittadini, direttamente e indirettamente, servizi utili in tempi congrui – dice il vicesindaco e assessore alla Cultura Luca Agresti -. E  tutto questo assume un valore ancora più profondo quando più soggetti della pubblica amministrazione riescono a dialogare e a collaborare mettendo a disposizione strutture, risorse e competenze”.

Commenti