Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Supplenze: primo giorno di convocazione unica per l’assegnazione. Ecco i risultati

Più informazioni su

GROSSETO – Si è svolta oggi la prima di sei giornate importantissime per tutti i docenti e personale Ata in attesa di lavoro nelle scuole della nostra provincia. Infatti, quest’anno, per la prima volta, l’assegnazione delle supplenze da graduatorie d’Istituto si svolge con la chiamata unica, la procedura che prevede la convocazione in contemporanea di tutti gli aventi diritto, suddivisi per classi d’ insegnamento e fasce di punteggio. Rispetto agli anni precedenti, in cui questa fase era più macchinosa e si prolungava per più di un mese, quest’anno il tutto sarà concluso in una settimana e i docenti potranno scegliere la supplenza avendo piena coscienza delle opzioni a loro disposizione.

Sono stati convocati nelle plenarie i docenti in lista con un punteggio fino a 33 punti, gli altri potrebbero essere chiamati successivamente dai singoli istituti per le supplenze che eventualmente rimarranno disponibili al termine della convocazione unica.

“Una procedura che assicura trasparenza e chiarezza – spiega Cristoforo Russo, segretario Flc Cgil Grosseto -, il volto soddisfatto di chi ha preso la supplenza, potendo scegliere la soluzione migliore a disposizione, sono la dimostrazione che siamo riusciti a migliorare la condizione di molti lavoratori precari. Sappiamo che dovremo affinare alcuni aspetti organizzativi e sicuramente con il tempo potremo migliorare, ma intanto questo è un ottimo risultato che abbiamo potuto ottenere grazie alla collaborazione di tutti, dirigenti e sigle sindacali. Come Flc Cgil seguiamo da vicino le convocazioni per dare il supporto necessario e far circolare le informazioni il più possibile, affinché i convocati arrivino preparati in plenaria”.

Oggi e domani vengono assegnate le cattedre disponibili per tutte le scuole secondarie di secondo grado della provincia, con contratti a tempo determinato fino al 30 giugno o il 31 agosto. Le supplenze riguardano tutte le classi di insegnamento, incluso il sostegno, e hanno un monte orario che va da un minino di 7 ad un massimo di 18 ore.

I primi ad essere convocati sono stati i docenti abilitati; ad oggi nella nostra provincia sono rimasti in pochi, infatti da queste due liste sono state assegnate solo 8 cattedre, poi si è passati alla convocazione in III° fascia, che comprende tutti gli aspiranti docenti che hanno i titoli di studio validi per l’accesso all’insegnamento ma che ancora non hanno l’abilitazione.

Alle 17 sono state assegnate 122 supplenze sulle 348 disponibili nelle scuole secondarie di secondo grado, pari quindi a circa il 35%; nel caso in cui alcune di queste rimanessero vacanti dopo la convocazione, saranno messe di nuovo in assegnazione con il vecchio sistema: quindi coloro che non sono stati convocati in plenaria riceveranno la comunicazione della disponibilità della supplenza via mail.

“Per noi docenti precari la convocazione unica è un cambiamento radicale – conclude Valerio Entani, rappresentante dei precari della Flc Cgil-. Finalmente abbiamo un momento ufficiale e unitario dove possiamo accettare la miglior supplenza a disposizione, in piena trasparenza. Un passo importante per alleviare le preoccupazioni che viviamo tutti noi con i contratti precari”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.