Fratelli d’Italia: convention regionale, Grosseto e la Maremma presenti con i tanti amministratori

Fabrizio Rossi: “Il caso Grosseto ha fatto scuola in molte realtà italiane e rappresenta un esempio di grande compattezza di Fratelli d’Italia”.

Più informazioni su

PISTOIA – Si è svolta nella giornata di sabato 14 settembre a Pistoia, la convention regionale del partito Fratelli d’Italia, sul tema ‘Dal governo dei comuni al governo della Toscana’.

La delegazione maremmana di Fratelli d’Italia, che era composta dagli amministratori locali, sindaci, assessori e consiglieri, impegnati e eletti nei vari comuni della provincia, ha rappresentato e portato ad esempio il modello ‘Grosseto’.
Questi gli amministratori di FDI presenti: Luciano Petrucci, sindaco Semproniano, Fabrizio Rossi, assessore comune Grosseto, Bruno Ceccherini, Andrea Guidoni, consiglieri comunali Grosseto, Guendalina Amati, consigliere comunale Arcidosso, Luca Minucci, assessore comune Orbetello, Paolo Raspanti consigliere comunale Scarlino, Danilo Baietti consigliere comunale Follonica, Franco Rossi, consigliere comunale Civitella.

“E’ stata una giornata molto interessanti, – dicono in un comunicato Luciano Petrucci e Fabrizio Rossi, rispettivamente sindaco di Semproniano e portavoce provinciale di FDI – dove il dibattito politico è stato intenso e di altissimo livello”.
“ Tanti sono stati i personaggi di spicco – continua Rossi – che sono intervenuti portando il proprio contributo al dibattito e per la crescita del partito in Toscana. Tantissimi erano gli amministratori locali presenti, consiglieri comunali, assessori e sindaci di Fratelli d’Italia, segno che il partito sta crescendo in maniera esponenziale in tutta la regione. Gli amministratori che guidano e amministrano assieme al centrodestra le tante realtà, sono persone preparate e capaci”.
“Sembra impensabile, – gli fa eco Luciano Petrucci– soprattutto se consideriamo che il nostro partito è nato solo 7 anni fa, dalle ceneri dell’esperimento chiamato PdL. Pochissimi allora erano i consiglieri e amministratori. Fratelli d’Italia non aveva nessun sindaco a guidare le città e realtà locali. Adesso gli amministratori sono tantissimi e stanno dimostrando un grande valore per il territorio”.
Al portavoce provinciale Fabrizio Rossi, è poi toccato il compito di descrivere l’esperienza amministrativa vincente di Grosseto. “Una realtà, – ha commentato Fabrizio Rossi – che in tempi non sospetti e in una congiuntura politica totalmente diversa dall’attuale, è riuscita a smarcarsi dalla sinistra. Fratelli d’Italia nel 2016 alle amministrative, ha raggiunto l’8% ed io sono stato tra i candidati il più votato del consiglio comunale”.
“L’esperienza amministrativa della destra di governo, – dice il portavoce di FDI – è stata caratterizzata da un grande impegno per rinnovare la macchina amministrativa e ridare fiducia ai cittadini, con la presenza di una gestione amministrativa seria e rigorosa, sempre attenta però all’interesse collettivo. Oggi tre assessori all’Urbanistica di Siena Grosseto e Pistoia si sono confrontati sulle tematiche legate al PIT (piano di indirizzo territoriale) e alla Legge regionale 65/2014 che regola il governo del territorio. Tre assessori di FDI, tre avvocati ( per Siena Francesco Michelotti, per Pistoia Alessandro Capecchi e il sottoscritto). Le nostre amministrazioni sono pronte a collaborare per cambiare le storture della normativa regionale in materia di edilizia e urbanistica. Errori su errori quelli del Pd in regione Toscana che frenano lo sviluppo”.

“Adesso, – concludono Petrucci e Rossi – la destra di governo è pronta per la prossima sfida che è rappresentata dalle elezioni regionali del maggio 2020. Una destra che è pronta a dare una spallata a questo governo regionale che tanti danni ha fatto in questi anni, proponendosi a governare la regione Toscana per i prossimi 5 anni. Occorre davvero per la nostra regione un forte segnale di cambiamento di rotta e i tempi oggi sono maturi”.

Più informazioni su

Commenti