“Mare di conchiglia”: la grossetana Irene Blundo presenta il suo libro. Gli appuntamenti

Più informazioni su

GROSSETO – È una raccolta di 14 racconti il nuovo libro di Irene Blundo “Mare di conchiglia”, in libreria dal 10 settembre.

I racconti sono ambientati in Toscana, Sicilia, Sardegna, Costiera Amalfitana e a Gaeta. Un viaggio nelle emozioni fresche del presente e nei ricordi dell’infanzia a Punta Secca, diventata la Vigata del “contastorie” (come gli piaceva definirsi) Andrea Camilleri nella trasposizione televisiva dei romanzi di Montalbano.

“Mare di conchiglia” sarà presentato sabato 14 settembre alle 18 alla biblioteca comunale “Morvidi” di Manciano nell’ambito del festival “A veglia, teatro col baratto”, ideato e diretto dall’attrice Elena Guerrini. La presentazione sarà accompagnata dalla chitarra di Andrea Arrighi. Letture a cura di Elena Guerrini.

E ancora, mercoledì 25 settembre alle 18 nel centro storico di Grosseto, al Giardino dell’archeologia. Con l’autrice dialogherà la scrittrice Paola Alberti. Iniziativa organizzata dalla libreria Mondadori di Grosseto. Sarà presente l’editore Davide Bisconti.

L’autrice – Irene Blundo, giornalista e scrittrice, è nata a Grosseto. Nel 2015 ha pubblicato il Millelire di Stampa Alternativa “Bianciardi d’essai”. Nel 2016, per Laurum editrice, ha scritto il libro “Grosseto nel fango. 50 anni dall’alluvione dei dimenticati”. Nel 2019 le è stato assegnato a Pisa il Premio Europa per la sua “instancabile attività per la promozione della cultura e della letteratura in particolare”. Ha lavorato quasi 17 anni per il quotidiano La Nazione, attualmente collabora con la rivista “Storia e storie di Toscana”, edizioni Medicea Firenze. Di cultura e spettacoli si occupa anche nel suo blog Entrevista (ireneblundo.wordpress.com). Questo è il suo primo libro di narrativa.

 

Più informazioni su

Commenti