Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Legalizziamo la cocaina». La proposta del consigliere Pd fa infuriare Fratelli d’Italia: «Dimettiti»

ORBETELLO – Legalizzare la cocaina. È questa la proposta del consigliere comunale del Pd Luca Aldi a Orbetello che rifacendosi ad una idea di Roberto Saviano avevo postato su facebook una sua riflessione legata proprio al tema del legame tra droga e criminalità.

«In Italia abbiamo 4 mafie- scrive Aldi –  ben radicate in 4 regioni e ramificate in tutto il paese, oltre a varie organizzazioni criminali minori. Tutte hanno la loro principale fonte di guadagno nel traffico degli stupefacenti. Si tratta di un’economia sommersa ed illegale che condiziona quella legale e produce un potere enorme in capo a queste organizzazioni, in grado di condizionare il potere politico a tutti i livelli. Roberto Saviano ha recentemente proposto di legalizzare la cocaina per troncare questa economia illegale e quindi le stesse mafie. Credo che questa proposta debba essere presa in seria considerazione, perché dobbiamo prendere atto che il proibizionismo ha fallito: le droghe vengono vendute ad ogni angolo di strada ed oltre a far prosperare la grande criminalità, producono una diffusa microcriminalità».

Parole che hanno fatto infuriare gli esponenti di Fratelli d’Italia e in particolare l’assessore all’ambiente di Orbetello Luca Minucci che ha subito chiesto le dimissioni di Aldi. «Chiediamo – scrive Minucci – con forza le immediate dimissioni del capogruppo PD in Consiglio Comunale Luca Aldi, in quanto le sue parole pro liberalizzazione cocaina, sono un colpo basso a tutte le famiglie che si trovano a lottare con problemi così seri e complessi. Non è abbassando la testa che si risolvono i problemi, ma attraverso la formazione dei ragazzi, la loro piena consapevolezza si può combattere l’uso di stupefacenti. La droga non può e non deve essere una forma di introito per lo Stato, è una piaga sociale che va combattuta. Le parole di un rappresentante delle istituzioni, così talmente inadeguate, rafforzano la nostra richiesta, il Consigliere Aldi abbia la decenza di chiedere scusa e di rassegnare le sue dimissioni».

Una richiesta che Aldi ha rispedito subito al mittente. «Ho fatto un post sulla controversa questione della legalizzazione o meno delle droghe. Si è aperta una bella discussione in cui gli intervenuti hanno espresso le loro opinioni tutte legittime e motivate. Questo post ha avuto anche l’effetto di far riapparire l’ineffabile Assessore all’Ambiente Luca Minucci, che in un suo post ha chiesto la mie dimissioni da consigliere comunale a causa del mio post suddetto. Io però non chiederò le sue dimissioni da Assessore all’Ambiente per aver più volte promesso e assicurato la diminuzione della Tari e per averla invece aumentata alle famiglie. Non le chiederò perche non è il peggiore di questa Amministrazione!».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.