Quantcast

“Toscana Plastic Free”: la campagna regionale parte dalle spiagge di Castiglione

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – E’ partita la campagna “Toscana plastic free”, che coinvolge l’intero litorale dai confini con la Liguria fino alle porte del Lazio. Pannelli e locandine sono state oggi affissi, tra gli altri, nei bagni di Castiglione della Pescaia e di di Viareggio e l’iniziativa si è accompagnata ad altrettante conferenze stampa: in tarda mattinata nel comune in provincia di Lucca, nel pomeriggio inoltrato in quello grossetano.

“Abbiamo una legge approvata di recente dal consiglio regionale che offre uno strumento operativo – spiega l’assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli -. La legge mette al bando, tre anni prima che nel resto d’Europa, stoviglie di plastica usa e getta. Sono previste anche sanzioni. Ma il messaggio che lanciamo vuole essere, ed è, positivo. Il messaggio dice che ognuno può far qualcosa per l’ambiente, e il nostro scopo è quello di estendere a tutti quella collaborazione che già c’è, ed è splendida, con i Comuni e con balneari. Dopo ArcipelagoPulito, il progetto che ci ha consentito di iniziare a ripulire i mari dalle plastiche coinvolgendo i pescatori (un’esperienza presa a modello prima dall’Europa e poi per la legge nazionale), continuiamo a pensare al nostro mare e al nostro litorale. La prossima tappa sarà quella di risalire i fiumi”.

“Oggi dal Bagno Bruna di Castiglione della Pescaia – ha proseguito Bugli – partiamo aprendo una linea diretta con i cittadini, soprattutto con i giovani che sono i nostri migliori ambasciatori. Lo facciamo partendo da una città dove già c’erano esperienze di questo tipo”.

Commenti