Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Beach volley e solidarietà: grande successo per il primo weekend di Summer destination

MARINA DI GROSSETO – La quinta edizione del Summer destination è stata la più grande manifestazione d’Italia di beach volley a sfondo benefico. Un’iniziativa che ha dato lustro a tutta Marina di Grosseto e che ha gratificato anche la pro loco di Marina e Principina che ha messo in piedi, nonostante le tante novità dovute alla variata normativa in materia sicurezza, il Marina beach contest.

Cartellone che si protrarrà fino al 4 agosto con sport ed eventi culturali. Soddisfatti anche gli organizzatori del torneo benefico Asd Enjoy Sport Life, che hanno aiutato tre associazioni del territorio. Hanno donato direttamente sulla spiaggia a Lucia Franci di Dog4Life sia del materiale medico/tecnico per la pet therapy all’ospedale Misericordia, reparto di pediatria, che l’opportunità ai bambini autistici di frequentare per sei mesi uno dei progetti della onlus a loro dedicati.

Armadietti per il pronto soccorso sono andati alla fondazione “Il Sole” di Grosseto e all’Uici, unione italiana ciechi ed ipovedenti sezione di Grosseto, poco prima della finale. La quinta edizione sarà ricordata anche per l’intervento dello speaker Mattia Ferrari e per la festa dell’estate marinese, il Summer Night Party, che sabato sera ha animato tutta la frazione con serata Pecadora, animazione e dj set Naps-Esdra. A effettuare le premiazioni è stato presente l’assessore allo sport del comune di Grosseto, Fabrizio Rossi, che si è complimentato per l’organizzazione e per i numeri del torneo benefico andati oltre ogni aspettativa.

Venendo alla parte sportiva, quest’anno sono stati circa 200 i beacher che si sono sfidati nell’arena allestita tra gli stabilimenti Sirena e Pineta su due giorni. Insieme a loro ci sono state due madrine d’eccezione: la schiacciatrice della Nazionale italiana di pallavolo, Indre Sorokaite, e il capitano del Perugia, Giulia Pietrelli. Entrambe protagoniste di uno dei momenti più goliardici del torneo quando al termine delle partite del sabato hanno sfidato un arbitro e un giocatore a loro insaputa.

Quanto ai risultati: nel 2×2 maschile il duo composto da Zanelli, Morgia batte quello formato da Crivellari, Fantauzzo per 2-1 al termine di una finale punto a punto che ha tenuto tutti col fiato sospeso. Nel 2×2 femminile la coppia Pacube, Santerini supera per 2-0 la squadra Bartolini, Nasuto. Nel 4×4 misto vincono per 2-0 i “No grazie a te” di Casali, Scatena, Ferrandi, Castagnini contro “Sti Catzus” di Bartoli, Zeneli, Nannini e Baratta. Da segnalare il brutto infortunio di Bartoli nel primo set, con partita finita sportivamente 3vs3 per pareggiare i conti dei giocatori.

Al termine del torneo sono stati premiati anche i migliori giocatori: Chiella per il 2×2 femminile, Crivellari per il 2×2 maschile, Daniele Cocco per il 4×4 misto e Federica Baratta componente del team “Sti Catzus”.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla migliore riuscita dell’iniziativa – il commento di Roberto Albonetti, presidente di Enjoy sport Life – a partire dallo staff della nostra associazione composta da volontari che sacrificano il loro tempo durante l’anno per questo, coloro che hanno aiutato ad allestire gli undici campi su cui si è disputato il torneo e tutti quelli che sarebbe lunghissimo elencare ma che ci hanno aiutato. Un grazie anche agli uffici comunali che, come ogni anno, si sono messi a disposizione nostra oltre che patrocinare l’iniziativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.