Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pattinatori super con Saavedra: Grosseto cala l’asso in attacco

GROSSETO – Colpo da novanta per il Circolo Pattinatori Grosseto, che ingaggia l’argentino Pablo Saavedra per il prossimo campionato di serie A2. Il presidente Stefano Osti ha messo a disposizione dell’allenatore Massimo Mariotti un giocatore da categoria superiore, che ha dimostrato le sue qualità nel corso delle stagioni disputate nella massima serie a Follonica, dove è arrivato per la prima volta nel 2012 e dove risiede. Nato a San Juan il 20 dicembre 1989, il neobiancorosso ha sposato in pieno il progetto biancorosso: «Sono contento di essermi legato al Grosseto. Era da qualche mese che la dirigenza mi cercava. Mi è piaciuta soprattutto la voglia della società di avermi con loro e la possibilità di tornare ai vertici».

«Ho visto per la prima volta la mia nuova squadra – prosegue Pablo – alle Final Eight di Castiglione della Pescaia. Abbiamo un allenatore esperto, un grande portiere e un gruppo di ottimi giocatori. Sono convinto che possiamo fare bene». Saavedra è alla prima esperienza nel campionato di serie A2: «Ho visto che le squadre si sono rinforzate e credo che verrà fuori un torneo di ottimo livello, nel quale possiamo dire la nostra. Avevo altre offerte, anche in A1, ma ho preferito Grosseto perché ha un ottimo gruppo e poi mi permette di rimanere vicino a casa e alla mia famiglia».

Dopo aver iniziato a San Juan, il neobiancorosso, prima di approdare in Italia, ha giocato a Tenerife. Nel 2012 la prima stagione in riva al golfo. Nella sua carriera ha militato anche a Prato e nel Quevert, in Francia, vincendo campionato (con un bottino di 37 reti) e Coppa di Francia. Nel 2015-206 il ritorno nella sua Follonica per tre stagioni, con la vittoria della Coppa Italia. Nella passata stagione Saavedra ha indossato la maglia dello Scandiano in A1.
Pablo Saavedra è tra l’altro il quarto straniero nella storia del Grosseto, dopo l’olandese Theo Abraken e gli argentini Raul Martinazzo ed Esteban “Kiko” Salcedo che hanno scritto pagine indelebili nella storia della società.

«Con questa operazione – afferma il presidente del Cp Grosseto 1951 Stefano Osti – abbiamo chiuso la campagna rafforzamento della squadra di serie A1. A questo punto non ci rimane che attendere l’inizio della preparazione, attendendo le indicazioni del nostro allenatore Massimo Mariotti».
«Siamo soddisfatti – prosegue Osti – per aver messo a segno un gran colpo per il completamento di una squadra che farà sicuramente un campionato importante, alla ricerca di una salvezza tranquilla o di un posto nei playoff».

Come ha spiegato il massimo dirigente Osti il Circolo Pattinatori ha chiuso il mercato. Saavedra è il decimo giocatore della rosa di A2. Va ad affiancare i confermati Michael Saitta, Tommaso Bruni, Alessandro Saitta, Gionata Vecoli, Andrea Gemignani, Carlo Gucci, Matteo Battaglia, Luigi Brunelli e Federico Buralli, compagno di squadra di Saavedra anche a Scandiano. Non fanno più parte della rosa Andrea Lugli, tornato all’Spv Viareggio per fine prestito, e Filippo Rosati, che disputerà il campionato di serie B con il Grosseto allenato da Alessandro Brizzi. Il presidente Osti ha annunciato altre due novità, proprio per la serie B: «Abbiamo tesserato Leonardo Angeli, classe 1997, ex Siena; e il portiere Matteo Maggio che ritorna con noi dopo il prestito a Prato. Per completare la rosa, che sarà composta dai giovani rimasti fuori dalla A2 e dagli ex under 17, mancano un paio di elementi».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.