Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Follonica celebra il suo mare: issata la Bandiera Blu. «Puntiamo sempre a migliorare la città» fotogallery

Più informazioni su

FOLLONICA – E’ tornata a sventolare sul lungomare di Follonica, per il ventesimo anno in seguito, la Bandiera Blu assegnata dalla Fondazione Fee come simbolo di qualità ambientale per l’eccellenza delle acque di balneazione e dei servizi collegati al turismo, per la corretta gestione dei rifiuti, per la presenza del verde e per la cura dell’arredo urbano.

Questa mattina la cerimonia in Piazza a Mare presidiata dal sindaco Andrea Benini, la giunta comunale e la partecipazione delle rappresentanze delle forze dell’ordine e delle associazioni locali, tra cui Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Croce Rossa, Protezione Civile, Polizia Municipale e Consorzio Balneari Follonica.

«Ci ritroviamo in questa piazza per il ventesimo anno consecutivo in cui issiamo questa bandiera – ha detto il primo cittadino durante la celebrazione – . Un risultato che richiede un grandissimo impegno messo in campo da tante parti della città. E’ un vessillo che dobbiamo riconquistarci da zero ogni anno perché la Bandiera Blu richiede risultati oggettivi eccellenti, dalla qualità delle nostre acque, alla qualità ambientale in generale, dalla gestione dei rifiuti ad altre caratteristiche importanti rispetto alla qualità della vita della nostra città».

«Quindi, la Bandiera Blu non significa semplicemente autocelebrarsi e dirsi quanto siamo stati bravi ma significa impegno costante per riconfermare questo risultato ogni anno. Vogliamo issare questa bandiera, guardando in faccia anche le criticità, le fragilità e i problemi che abbiamo nella nostra città. Quindi se da una parte vogliamo celebrare i risultati e la competenza messi in campo, dall’altra dobbiamo affrontare anche i problemi con la massima serietà e impegno, come abbiamo sempre fatto e come stiamo facendo. Mi riferisco in particolare alla foce della Gora, per la quale stiamo concludendo un progetto risolutivo o i miasmi provenienti dal depuratore, un problema che in questo periodo stiamo affrontando con la massima priorità».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.