Quantcast

Santa Maria: tra le opere di urbanizzazione anche un bacino per contenere le acque piovane

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Si è tenuta nei giorni scorsi negli uffici del settore Urbanistica del Comune di Castiglione della Pescaia una riunione fra i tecnici comunali e quelli del Consorzio Santa Maria per valutare lo stato delle opere in corso e definire la fine ormai vicina dei lavori.

Al termine dell’incontro si è svolto un sopralluogo alla presenza dell’assessore all’Edilizia Federico Mazzarello per verificare la corretta esecuzione dei progetti e il rispetto degli adempimenti previsti.

«Abbiamo eseguito – spiega Federico Mazzarello – grazie alla disponibilità del presidente del consorzio, un accurato sopralluogo, constatando che è stata ultimata la messa in sicurezza idraulica del comparto e grazie a questo intervento anche la zona posta a valle dell’area in questione avrà grossi benefici».

Tra le opere previste dalla convenzione, sono comprese sia la realizzazione di un bacino di contenimento di acque piovane di 27 mila litri, che la conseguente movimentazione di terra per la realizzazione di due colline di mitigazione ambientale e paesaggistica, nonché la realizzazione di un canale di sfogo e di controllo delle acque.

Le opere della messa in sicurezza idraulica sono terminate con il potenziamento del canale sotterraneo che attraversa via del Poggetto: questi lavori, benché abbiano comportato qualche disagio alla viabilità della zona, erano di cruciale importanza per la corretta regimazione delle acque e nelle prossime settimane si concluderanno con l’installazione delle barriere guardrail.

«In occasione di quel sopralluogo – spiega Mazzarello – abbiamo potuto constatare la corretta realizzazione da parte del Consorzio delle opere di urbanizzazione del valore di un milione di euro, che entreranno presto a far parte del patrimonio comunale».

«La video ispezione delle fogne – aggiunge l’assessore – ha dato esito positivo, così come la prova della sede stradale che adesso necessita solo dell’ultimo strato di asfaltatura. I marciapiedi e la predisposizione della rete di illuminazione rispecchiano i criteri previsti ed anche i parcheggi pubblici sono pronti. Come concordato con gli ingegneri incaricati, da settembre riprenderanno i lavori per definire gli allacciamenti di acqua ed energia elettrica in accordo con i rispettivi gestori».

Sono in fase di studio anche le modifiche per migliorare la viabilità del traffico dell’area e garantire la circolazione in sicurezza di automobilisti, pedoni e ciclisti.

«Le abitazioni, una volta a regime – afferma Mazzarello – aumenteranno anche il carico veicolare dell’area e lo snodo ai piedi della panoramica sarà cruciale. Programmare anticipatamente gli effetti della viabilità sarà fondamentale per garantire una normale metabolizzazione di un prevedibile aumento del traffico».

Tali progetti dovranno tener conto anche del passaggio di mezzi pesanti e autoarticolati che transitano da o per la zona artigianale e per i vicini supermercati, coinvolgendo sull’argomento anche l’Amministrazione provinciale di Grosseto.

«“L’Ufficio Tecnico comunale – conclude l’assessore Mazzarello – ha rivestito un ruolo fondamentale dal momento che si è adoperato al massimo per gestire con serietà e competenza una questione aperta da più di vent’anni allo scopo di massimizzare i benefici per i castiglionesi e per il nostro territorio».

Commenti