Quantcast

Lega: «Venditori abusivi all’opera sulla spiaggia. Situazione intollerabile»

FOLLONICA – “I venditori abusivi sono di nuovo all’opera, basta farsi una passeggiata lungo il litorale per averne la prova”. Così il capogruppo della Lega nel consiglio comunale di Follonica Roberto Azzi interviene sul tema che, ormai da anni, si ripropone all’inizio del periodo estivo.

 

“Credo che sia intollerabile – afferma Azzi – soprattutto in una realtà turistica e con un’economia locale che dagli abusivi subisce gravi danni”. Azzi chiede al Comune di intervenire “In questi giorni – afferma il capogruppo leghista – ho notato una certa inerzia, se non immobilità dell’amministrazione. Ho preso informazioni e mi è stato risposto che rispetto alla scorsa stagione mancano le risorse che erano giunte con il decreto sicurezza e che, grazie al Ministro Salvini, avevano permesso di acquistare un pick-up per monitorare le spiagge e per assumere due agenti a tempo determinato. Mi è stato anche detto che le risorse di quest’anno sono destinate alla realizzazione della videosorveglianza e che, nelle graduatorie di finanziamento, si è partiti dai piccoli comuni”.

“Se quanto mi hanno riferito dagli uffici è corretto, posso capire la questione tecnico-economica – aggiunge Azzi- ma credo che se questo è il problema non possa divenire una giustificazione. Credo invece che l’amministrazione con la polizia municipale debba intervenire in maniera tempestiva, magari chiedendo l’ausilio delle altre forze dell’ordine, per non far degenerare la situazione e creare danni maggiori per i nostri commercianti in regola, che pagano il suolo pubblico e rispettano la legge, penalizzati da chi occupa spazi e non spende neppure un euro, magari vendendo spesso anche marchi contraffatti”.

“A mio giudizio accanto a questo – afferma il capogruppo della Lega – sono convinto che ci sia anche una questione di decoro, visto che in una località turistica non sia ammissibile vedere dei veri e propri market abusivi creati sulla spiaggia dove il turista vorrebbe rilassarsi e svagarsi, per poi dedicarsi successivamente allo shopping nei negozi cittadini”.

Commenti