Quantcast

Grosseto-Robur è la finalissima del Mini Passalacqua

GROSSETO – E’ Robur Siena-Grosseto la finalissima del Mini Passalacqua.

Salivoli – Robur Siena 3-3 (5-7 d.c.r.) (3-1)

SALIVOLI: Assenza, Giacomini (21′ st Lessi), Sottile, Znaidi, Giorgerini, Martellucci, Geri, Gentili, Paini (37′ st Talocchini), Napoleoni, Brizzi (1′ st Politi). A disposizione: Bartoli, D’Andrea, Esposito, Casalini, Rosato, Villani. All. Cinquemani.
ROBUR SIENA: Nadalin, Batoni (1′ st Fineschi), Pecciarini (33′ Cataldo), Scartoni (28′ st Forni), Pugliese (6′ st Pecci), Amaddii (10′ st Cervone), Hilla (6′ st Volentieri), Pasqualetti (6′ st De Carlo), De Dominicis, Mignani, Seghi. A disposizione: Pignattai. All. Pericoli.
ARBITRO: Roberto Bocci (assistenti Simone Di Monaco e Ares Schiavo).
RETI: 2′ Paini, 3′ Gentili, 13′ Napoleoni, 32′ Pugliese, 12′ st Cervone, 39′ st De Dominicis.
NOTE: ammoniti Sottile, Lessi, Amaddii. Calci d’angolo 6-3. Recupero 0′ + 4′. Successione rigori: Mignani rete, Talocchini rete, De Dominicis rete, Napoleoni rete, Forni rete, Gentili alto, Fineschi rete, Znaidi parato.

La Robur Siena si prende un posto nella finalissima (5-7 d.c.r.). Con fatica, applicazione, sofferenza. Il Salivoli cade ai rigori dopo aver compiuto una grande prestazione ed essere stato in vantaggio per 3-0 dopo soli 13′ di gara. Semifinale mozzafiato, emozionante, creativa, avvolgente, condita dai misteri del calcio, quelli che ne fanno lo sport più bello del mondo. Per la Robur l’inizio è traumatico, da ko tecnico. Prima Paini al 2′, quindi Gentili al 3′ approfittano di altrettante leggerezze difensive dei bianconeri trasformandole in oro colato, 2-0. Il Siena vacilla riuscendo, comunque, a restare nella metà campo avversaria tenendo palla e manovrando con buona coesione. Un fuoco di paglia. Al 13′ Napoleoni in area riesce a colpire in diagonale con una bella traiettoria a mezz’altezza, 3-0. I bianconeri perdono sicurezze e misure. Mister Pericoli si sgola per trasmettere calma mentre i suoi ragazzi sembrano sul punto di non ritorno. Il Salivoli controlla, blocca e rilancia palloni su palloni, è padrone del sintetico, è meritatamente il re della semifinale. La luce bianconera si accende al 32′ con l’invenzione di Pugliese il cui tiro carico di effetto si infila nel sette nonostante il volo di Assenza, 2-1 e riposo. La ripresa vede subito il Siena in avanti, il Salivoli resta ben saldo sul terreno.

E’ il 12′: punizione di Mignani, respinta corta di Assenza, tocco sotto misura di Cervone e il Siena accorcia, 3-2. Non cala di rendimento il Salivoli sempre ben presente e bravo a togliere spazio e fiato all’avversario con l’impegno globale della squadra. Il Siena produce gioco, al 23′ azione avvolgente che libera al tiro Cervone, Assenza è superbo sulla respinta. Salivoli vicino al quarto gol al 26′ con Znaidi su punizione, la palla rimbalza nell’area piccola e tocca la traversa. Sono 4 i minuti di recupero, il Siena è ad un passo dalla eliminazione. Al 39′ Mignani mette nell’area affollatissima del Salivoli un pallone che incontra la testa di De Dominicis e poi entra in rete, 3-3, rigori e adrenalina alle stelle. Dal dischetto il Siena è glaciale, il Salivoli sbaglia due volte trovando la finale 3-4 posto.

 

Saurorispescia – Grosseto 1-3 (1-1)

SAURORISPESCIA: Bonucci (30′ st Laudicino), Lippi (25′ st Fedeli), Testa, Rossi, Cristinzio (30′ st Moroni), Veronesi, Cargiolli (25′ st Tavarnesi), Falconi, Conti (36′ st Momini), Salvadori (36′ st Nastro), Columbu. All. Picardi.
GROSSETO: Bocchi, Schiattarella, Melfi, Nigido, Passalacqua, Badia, Papini (27′ st Presicci), Di Chiara, Trombini, Cavallo (27′ st Mantiglioni), Stefi (36′ st Galloni). A disposizione: Canova, Fabbo, Turbanti, Russo, Rizzo Pinna, Speroni. All. Gorelli – Ciolli.
ARBITRO: Danilo Diana di Grosseto (assistenti Gennaro Marconi di Grosseto e Arianna Anello di Piombino).
RETI: 4′ Trombini, 34′ Salvadori, 19′ st Trombini, 24′ st Trombini.
NOTE: espulso Fedeli al 29′ st. Calci d’angolo 3-3. Recupero: 0′ + 4′.

Il Grosseto contenderà alla Robur Siena la 7^ minicoppa Passalacqua, il Saurorispescia incrocerà il Salivoli per definire il 3 e 4 posto. Traguardo meritatissimo (1-3) quello dei biancorossi apparsi molto più determinati e solidi dei biancocelesti. Mattatore della serata, finalizzatore sopraffino, il numero 9 Jacopo Trombini autore di una tripletta capolavoro. E’ lui che ha capitalizzato a dovere l’evidente supremazia territoriale e di gioco da parte del Grifone. Povero di idee il Saurorispescia sempre in difficoltà sul pressing alto dell’avversario, raramente in grado di andare al tiro.

Il primo squillo del Grosseto al 4′: Trombini fa partire un diagonale secco, che trova l’angolo opposto, 0-1. I ragazzi di Picardi provano a reagire trovando una ragnatela a centrocampo che ne impedisce le manovre. Il Grosseto concede il possesso palla cercando poi la profondità. Improvvisamente al 34′ Salvadori calcia – è il primo e unico tiro del Saurorispescia – da un trentina di metri, Bocchi è sorpreso e il pareggio è cosa reale, 1-1. Si preannuncia una ripresa di grande intensità dalla squadra di Picardi, invece è l’incontrario. Trombini al 13′ impegna Bonucci ad una deviazione non facile, al 15′ di nuovo Trombini in evidenza, palla alta. Il Saurorispescia è aggredito e si abbassa. Il gol di Trombini al 19′ è la logica conseguenza di questa situazione, 1-2. Terzo gol al 24′: Trombini è bravissimo a firmare una rete di classe e potenza, 1-3. Espulso Fedeli al 29′, il Grosseto toglie dalla linea (33′) l’unica conclusione della ripresa da parte del Saurorispescia.

Commenti