Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Riflessi”: Anna Capanni espone all’Antico Frantoio del Parco della Maremma

Venerdì 21 giugno alle ore 15,30 nell’Antico Frantoio del Parco della Maremma, inaugurata la mostra d'arte di Anna Capanni. “Riflessi” 

ALBERESE – Venerdì 21 giugno alle ore 15,30 è stata inaugurata, all’ex-Frantoio, presso il Centro Visite del Parco della Maremma, la mostra d’arte di Anna Capanni, dal titolo “Riflessi”, un’esposizione di quadri con varie essenze di legno, realizzate dall’artista.

La fusione tra arte e artigianato porta l’artista a realizzare quadri eseguiti con la tecnica dell’intarsio del legno. Le opere della Capanni sono il riflesso e la rappresentazione di un umanità varia a volte opprimente e a volte festosa, il riflesso di esperienze di vita vissute con ironia, ma con la possibilità di lasciare lo spettatore libero di avere una visione personale del quadro, di poter interpretare le forme in modo personale come si fa con le nuvole o con il riflesso dell’acqua.

Il Parco della Maremma, ospiterà dal 21 giugno al 6 luglio queste innovative opere, dove si denota un’espressione dell’arte tutta personale.

Il luogo dove saranno esposte le opere è già di per sé un motivo di visita:  l’ex Frantoio di Alberese è infatti un esempio di archeologia industriale e proprio per il suo grande interesse è l’ambiente che il Parco utilizza per accogliere le esposizioni di artisti locali e non solo, che hanno un legame con il Parco stesso o che hanno a cuore la salvaguardia ambientale.

Le opere di Anna Capanni  saranno esposte al Parco della Maremma, dal 21 giugno al 6 luglio 2019.

La mostra è gratuita ed aperta tutti i giorni secondo gli orari di apertura del Centro Visite, dalle 8,30 alle 16.

Anna Capanni

Anna Capanni si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze nella classe di pittura astratta del professore Giorgio Ulivi.

Negli anni successivi si dedica al restauro del mobile e alla decorazione murale, il legno diventa il suo materiale.

Si appassiona alla tecnica dell’intarsio conosciuta nel campo del restauro.

Dal connubio tra artigianato e pittura astratta nasce l’idea di questi quadri.

Applicando una tecnica artigianale al concetto di pittura astratta, passando per il collage e il cubismo, crea un’espressione dell’arte tutta personale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.