Pd «Il presidente del consiglio Pianelli di nuovo assente». E i consiglieri lasciano l’aula

ORBETELLO – «Il presidente del consiglio comunale è nuovamente assente» a lamentare la situazione sono Luca Aldi, Monica Paffetti, Mauro Barbini e Anna Papini consiglieri comunali Pd ad Orbetello. «Nella scorsa seduta del Consiglio comunale si è registrata un’altra assenza del presidente del Consiglio comunale Pianelli con la conseguenza che a sostituirlo è stato chiamato il vicepresidente del Consiglio Luca Aldi, che è anche capogruppo del Gruppo di minoranza. In quella occasione Luca Aldi ha rivolto un appello al sindaco e alla maggioranza, affinché provvedessero a fare in modo che Pianelli fosse sempre presente alle sedute. Infatti il presidente del Consiglio, per legge e regolamento, si deve ispirare a criteri di imparzialità e deve moderare la discussione degli argomenti. Pertanto questo ruolo non può essere esercitato, senza preavviso, dal capogruppo di opposizione, che è quello che per sua funzione prepara e svolge l’intervento principale sui punti all’ordine del giorno».

«Il sindaco assicurò che la cosa non si sarebbe ripetuta, perché aveva concordato con Pianelli i giorni in cui tenere il Consiglio – proseguono i consiglieri di opposizione -. Invece nella seduta di questa mattina, Pianelli, motivando con impegni personali, si è allontanato dal Consiglio quando ancora mancavano due punti molto importanti, quali l’acquisizione al patrimonio comunale dei manufatti abusivi realizzati nella ex Colonia estiva, adibita a stabilimento balneare con il nome di Tuscany Bay, e l’edificazione della nuova R.S.A. ad Orbetello Scalo. A questo punto il capogruppo Aldi ha dichiarato che, poiché non era stato preavvisato e quindi, era pronto a tenere gli interventi sui due punti, ciò sarebbe stato incompatibile con il ruolo di moderatore quale presidente del Consiglio, e perciò il gruppo avrebbe abbandonato l’aula per protestare per il modo in cui il sindaco, il presidente del consiglio e la maggioranza trattano le istituzioni, impedendo al Consiglio comunale di funzionare correttamente».

«Poiché anche il consigliere Velasco del M5S ha abbandonato l’aula, la seduta è stata sospesa per mancanza del numero legale, in quanto, oltre a chi era già assente, qualcun altro era pronto ad uscire. E solo dopo una riunione urgente di maggioranza la seduta è stata ripresa e i punti sono stati approvati. A questo punto risulta evidente che in realtà ci sono grossi problemi di tenuta della maggioranza su problemi importanti, che il sindaco non riesce più a sopire» conclude la nota.

Commenti