Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto Aria Pulita: «Facciamo rete con gli altri comitati toscani. L’ambiente ha bisogno di noi»

GROSSETO – Una rappresentanza del Comitato La Valle del Lima, (San Marcello/Piteglio (PT) e Bagni di Lucca (LU), è giunta a Grosseto per incontrare i referenti del comitato Grosseto Aria Pulita, condividendo informazioni sulle criticità ambientali e sanitarie registrate nelle rispettive situazioni.

“Ciascun gruppo – racconta il comitato grossetano – aveva infatti letto dell’attività dell’altro grazie agli organi di informazione regionali e ai social media. La necessità emersa in Regione Toscana di colmare le lacune nella normativa e nelle procedure in materia di controlli e verifiche necessarie a difendere la salute e la qualità della vita delle persone da inquinamento di aria, acqua e terreni è di stimolo ai comitati di cittadini organizzati, che da tempo stanno studiando tali processi e le specifiche situazioni, a voler unire le forze per dare un tangibile contributo di conoscenza e partecipazione”.

“E’ necessario fermare lo spopolamento della nostra montagna, al quale concorrono anche iniziative infelici come quella della riattivazione di un impianto di trattamento rifiuti, da anni causa di maleodoranze diffuse per chilometri sul territorio di più comuni – commenta Fabio Nesti, presidente de La Valle del Lima -. Come hanno scritto i nostri padri costituenti, l’interesse di pochi singoli non deve prevalere sull’interesse diffuso della collettività”.

“Non abbiamo più tempo per continuare a bruciare quando ci sono alternative migliori per la produzione di energia e per il trattamento di sottoprodotti e rifiuti; è necessario analizzare e attuare con la dovuta serietà le alternative – interviene Roberto Barocci del comitato Grosseto Aria Pulita -. Ad esempio, in agricoltura abbiamo bisogno di compost di qualità, che ha la capacità di trattenere le componenti argillose del terreno per un lungo periodo di tempo evitando il ruscellamento delle acque piovane; il digestato prodotto dagli impianti biogas, diversamente, è un fango che non possiede queste fondamentali proprietà. Con questo incontro emerge chiara la necessità, e l’auspicio, che da altri luoghi della Toscana i comitati di cittadini si attivino per condividere le informazioni, fare rete e unire le forze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.