Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riaperta la strada della Cascata, Marini: «Nel futuro, però, vogliamo pedonalizzarla»

Più informazioni su

ARCIDOSSO – “L’amministrazione comunale di Arcidosso continua l’operazione strade, e dopo aver chiuso la legislatura con la costruzione dello svincolo della zona artigianale, adesso ricomincia il nuovo mandato con la strada della Cascata che viene riaperta, completamente ripristinata – affermano dal Comune di Arcidosso -. La ditta Bevilotti di Roccalbegna, che si era aggiudicata la gara per un intervento che aveva impegnato il comune per oltre 100 mila euro, ha ricostruito, ridisegnandolo, il tratto che era stato interessato, un paio di anni or sono, da una frana. Per questa ragione era stato reso intransitabile uno dei più suggestivi percorsi del territorio comunale, quello che congiunge i Capenti a San Lorenzo, e si snoda toccando le Piane del Maturo e la Cascata d’Acqua d’Alto, itinerario scelto, proprio per la sua bellezza, da molte persone, per passeggiate a piedi in tutte le stagioni dell’anno. Il percorso della strada, dunque, è stato ripristinato, nell’arco di qualche mese, nel segmento interessato dalla frana”,

“Un’operazione – spiega il sindaco di Arcidosso, Jacopo Marini – resa possibile da una donazione di un pezzo di terreno, occorrente per deviare e allargare il tracciato, da un cittadino di Arcidosso, che gratuitamente lo ha messo a disposizione del comune e che ringraziamo. Come ringraziamo la ditta Bevilotti che ha eseguito un intervento a regola d’arte, costruendo, oltre al fondo stradale, anche il muro di sostegno a monte della strada. C’è stato bisogno, infatti, per rendere di nuovo la strada percorribile e sicura, di una variante del tracciato stesso, in modo di poter creare un fondo stabile, cercando spazio dove c’è la tenuta di un sasso duro e resistente”.

Stamani è stata riaperta la strada della Cascata ma Marini specifica anche che in un prossimo futuro l’amministrazione comunale ha in animo di trasformare il sito in Ztl, percorribile solo dai residenti: “Questo perché – spiega – il percorso è fragile e la carreggiata è stretta e un traffico continuo e intenso, che oltretutto tocca i due centri abitati delle Piane del Maturo e di San Lorenzo, potrebbe creare pericoli alla viabilità dei residenti e dei tanti passeggiatori che frequentano questo percorso. Infatti l’itinerario è scelto ormai da tempo da tantissime persone che amano passeggiarvi a piedi e dunque vorremmo fosse destinato in particolare a una fruizione di questo tipo. Infatti la zona è incantevole, basti pensare alla Cascata d’acqua d’Alto, sito storico di Arcidosso e ai castagneti e alle altre essenze che si incontrano in questo percorso. Pensiamo dunque sia opportuno limitarlo al traffico”.

“Nel capoluogo è stata aperta di recente anche la nuova strada che porta alla zona artigianale. Anche questo uno svincolo basilare per l’accesso soprattutto dei mezzi pesanti che per arrivare nella zona artigianale erano davvero in difficoltà. Nell’arco di due mesi – chiude il sindaco – abbiamo fornito agli abitanti la fruizione di due tratti che servono per motivi diversi ma ugualmente importanti ai cittadini”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.