Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stop abbandoni, Marchetti: «Anche in Toscana un’anagrafe di gatti, furetti e conigli»

Più informazioni su

FIRENZE – «Stop agli abbandoni estivi degli animali domestici. Non solo dei cani, però, perché anche gatti, furetti, coniglietti e tutte le altre specie subiscono purtroppo questa triste e irresponsabile sorte. Perciò, dato che la Toscana è tra le pochissime regioni a far mancare alla banca dati del ministero della salute i dati di registrazione di gatti e furetti, chiedo che si allinei al più presto anche per queste bestiole»: l’iniziativa è del Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che sul tema ha presentato una mozione.

«Sono andato a verificare sul sito del Ministero della Salute. E’ lì – specifica Marchetti – è nell’Anagrafe nazionale degli Animali d’affezione, che confluiscono i dati delle varie Regioni sui cani in maniera obbligatoria, e su gatti e furetti in via facoltativa dato che queste due bestiole hanno obbligo di microchip solo qualora serva loro un passaporto. Le altre Regioni, però, hanno in gran parte avviato la registrazione anche per loro. A non averlo fatto, oltre alla Toscana, ci sono solo Abruzzo, Friuli Venezia Giulia e Umbria. Male, perché senza sapere la consistenza di queste popolazioni è poi impossibile andare a monitorarne lo stato o mettere in campo iniziative di qualunque genere. Per non parlare dei casi di smarrimento in cui solo il microchip può restituire l’animale alla sua famiglia. E allora avanti, si proceda con iscrizioni e anagrafi anche da noi».

Marchetti formalizza il suo indirizzo in una mozione in cui, ricostruiti i termini della questione, sottolinea l’opportunità, a suo avviso, che la Toscana si allinei «alle condotte della quasi totalità delle altre Regioni, avviando alla Banca dati ministeriale anche i dati sulla popolazione di gatti e furetti, la cui detenzione in ambiente domestico ovvero presenza sul territorio risulta allo stato attuale non censita né dunque passibile di alcun controllo, verifica e/o monitoraggio, né di misure normative dedicate».

A questo fine il Capogruppo di Forza Italia intende impegnare la giunta regionale «ad avviare entro il prossimo semestre l’invio alla Banca dati ministeriale dell’Anagrafe degli Animali d’Affezione anche i dati relativi agli esemplari registrati di gatti e furetti» e «ad incentivare, se del caso anche attraverso campagne dedicate, l’applicazione di microchip identificativi anche sugli esemplari di gatti e furetti, così da arginare fenomeni di abbandono e da garantire la sicurezza degli animali stessi quanto a movimentazione, cessione, smarrimento».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.