Quantcast

Mini Passalacqua, subito botti nel secondo turno: tra Saurorispescia e Invicta un pari elettrico

Saurorispescia – Invicta Grosseto 3-3 (1-2)

SAURORISPESCIA: Bonucci (18′ st Bontà), Fedeli (12′ st Lippi), Testa, Rossi, Cristinzio (15′ st Moroni), Veronesi, Cargiolli, Falconi, Conti (15′ st Columbo), F. Bruni (12′ st D. Bruni), Salvadori. All. Picardi.
INVICTA GROSSETO: Dal Buono, Mancini, Fantoni (26′ st Poggiaroni), Artino (24′ st Coppolecchia), Giomarelli (15′ st Pampo), Hoxha, Guidarini (2′ st D’Addario), Di Manno (26′ st Betti), Elmouden (35′ st Moroni), Brioso, Franceschi. A disposizione: Onorato. All. Franceschelli.
ARBITRO: Bonelli.
RETI: 10′ Falconi, 14′ Brioso, 34′ Brioso, 1′ st Falconi, 8’st Fedeli, 19′ st Elmouden.
NOTE: ammonito Fedeli. Calci d’angolo 5-1. Recupero 3′ + 4′.

GROSSETO – Il secondo turno della seconda giornata del girone B regala un pareggio (3-3) non pronosticabile e molto piacevole tra il Saurorispescia e l’Invicta Grosseto. La corazzata di mister Picardi si incaglia sul dinamismo, sulla volontà del vascello di Franceschelli. La prima gioca un calcio difficile da arginare, basato su automatismi ben oliati e sincronizzati, la seconda è attenta ai particolari, sfrutta le possibili lacune avversarie, non getta mai la spugna. Già al minuto 8 i ragazzi di Franceschelli hanno la possibilità di andare in vantaggio ma sciupano l’ottima oppurtunità creata. La risposta dei rossi è spinosa. Falconi al 10′ infila Bonucci sul secondo palo, 1-0. Brioso al 14′ trasforma una leggerezza in disimpegno dell’avversario e pareggia con freddezza, 1-1. Quindi i ragazzi di Picardi si riprendono la scena. Salvadori colpisce di testa (23′) toccando la traversa con dal Buono che poi chiude la definitivamente porta e finestre. Al 34′ Brioso si infila nella trama impacciata della difesa e firma il raddoppio, 1-2. Fine tempo. Il Saurorispescia al 1′ della ripresa porta in parità il risultato con Falconi,2-2, e subito dopo (8′) mette la freccia con Fedeli, 3-2. L’Invicta non demorde, trovando il varco giusto – papera difensiva – al 19′ con Elmouden, 3-3. Termina così nonostante gli sforzi da una parte e dall’altra. Questa la classifica del girone B: Saurorispescia 4, Virtus Maremma 4, Invicta 1, Paganico 1. Da giocare giovedì 20 giugno Saurorispescia – Virtus Maremma (ore 19,50) e Invicta Grosseto – Paganico (21,30).

 

Virtus Maremma – Paganico 2-2 (2-2)

VIRTUS MAREMMA: Buzzegoli, N. Carraresi, Bonaccorsi (29′ st Mori), A. Carraresi, Morabito, Campetiello, Vichi, Baldanzi, Poli (18′ st Tosi), Signori, Kanxha. A disposizione: Rocchi, Khadra, Zoni, Agus, Veliu. All. Papini.
PAGANICO: Brocca, Calvellini (26′ st Ciacci), Ferretti, Grassi (9′ st Rabagli), Bernardini, Martini (18′ st Cellini), Rossi, Montorsi (29′ st Amedei), Lanzihiri (34′ st Marziali), Begnardi, De Maria. A disposizione: Generali. All. Simocelli.
ARBITRO: Gentili.
RETI: 3′ Kanxha, 7′ Lanzihiri, 10′ Baldanzi, 26′ Lanzihiri.
NOTE: ammonito A. Carraresi. Calci d’angolo 5-2. Recupero: 1′ + 4′.

Le formazioni (girone B) non riescono a superarsi nonostante il grande impegno. Termina 2-2 e tutto si materializza nella prima frazione di gioco. In fondo la divisione dei punti è un risultato che rispecchia l’andamento della sfida con la Virtus a premere in avanti e il Paganico predisposto alle ripartenze sempre piccanti. Sono i ragazzini di Papini ad avere una partenza sprint e al 3′ trovano la rete con Kanxha replicando al 5′ con Poli che costringe Brocca ad una provvidenziale respinta di piede. Il Paganico fa il sornione trovando il pari al 7′ costruendo un contropiede micidiale firmato Lanzihiri. Al 10′ la Virtus Maremma ritorna avanti: Poli batte un corner, Baldanzi è abilissimo a colpire di testa piazzando la sfera all’angolino, 2-1. Bello. I viola insistono creando due occasionissime al 17′ con la testa di Baldanzi, tiro respinto, ripreso e respindo di nuovo. Così si arriva al 26′ quando Lanzihiri, in area, riceve, controlla, protegge, si gira e insacca, 2-2 e fine tempo. La ripresa è la copia del primo tempo con la differenza che non arrivano altri gol nonostante le botte e risposte tra le due contendenti.

Commenti