Migliarino di nuovo battuto, le ragazze dei Vigili del Fuoco verso la finalissima

GROSSETO – “Abbiamo giocato bene per tutta la gara” Esordisce soddisfatto l’allenatore della Prima Divisione femminile dei Vigili del Fuoco, Simone Canapicchi al termine del match vinto in gara due che vale l’accesso alla finalissima per la promozione in serie D, per tre set a zero con i parziali di 25/17, 25/21 e 25/20 in poco più di 60′ di gara sulle avversarie del Migliarino.

“Siamo stati sotto pressione solo nel secondo set, ma nel primo e nel terzo non c’è stata partita – prosegue il tecnico delle grossetane – Le ragazze hanno interpretato bene la partita. Abbiamo dato pochi punti di riferimento e la possibilità di tornare in partita alle nostre avversarie. Avevo tutta la rosa a disposizione. Mi mancava solo la Stetelia per problemi di lavoro. Lo staff medico ha fatto un buon lavoro e ha recuperato a tempo di record, l’opposto Neomi Cavaliere, lasciata a riposo in gara uno per un problema ad un ginocchio. Anche se non al meglio della condizione, la forte giocatrice grossetana ha fatto vedere tutte le sue doti tecniche mettendo da subito sotto pressione il muro e la difesa avversaria. Sono partito con il sestetto base, eccetto la Stetelia, sostituita molto bene dalla Barbero. La formazione era completata dalla Bianchi alzatrice, Cavaliere opposta. Zanelli e Pastorelli al centro. Schiacciatrici di banda Cocco e Barbero con i due liberi ad alternarsi Valente e Montemaggiore. L’importante era cercare di non farle rientrare in partita e di chiuderla subito. Il Migliarino è una squadra giovane con qualche talento e se si entusiasmano poi è difficile contenerle” conclude il tecnico delle maremmane.

I Vigili del Fuoco vanno subito in vantaggio nel corso del primo set e ci rimangono controllando la squadra ospite fino al termine. Più complicata la seconda frazione di gioco, con il Migliarino che cerca disperatamente di rimanere in partita. La gara si fa più equilibrata e si gioca punto a punto. Solo nel finale le biancorosse sono brave a mettere a segno il break vincente che le porta in vantaggio per due set a zero. Nell’ultima frazione di gioco non c’è più partita. Le avversarie cedono di schianto alla distanza. Sanno che non hanno più possibilità di rimettere in piedi la gara e il risultato. Le grossetane dilagano e chiudono il terzo parziale e la sfida di gara due in pochissimo tempo. Dopo è solo festa in campo e sulle tribune. Ma per festeggiare ci sarà tempo. Ora bisogna pensare all’ultimo ostacolo di questa lunghissima ed estenuante stagione sportiva chiamato Ospedalieri Pisa che il sestetto di Grosseto dovrà affrontare sabato prossimo sul loro terreno di gioco.

Commenti