Quantcast

Festa Grifone: sabato alla Cava cena a buffet, musica e premi

GROSSETO – Tutto pronto per la festa biancorossa. Sabato sera, a partire dalle 20, il Grifone potrà abbracciare nuovamente i tifosi e continuare i festeggiamenti per la vittoria del campionato buttando già un occhio alle prossime novità di mercato in vista della serie D. L’appuntamento per tutti è alla Cava di Roselle dove la società, giocatori e tifosi mangeranno e brinderanno insieme.

“Per una sera ancora – ha spiegato Simone Ceri, vicepresidente dell’Us Grosseto – vogliamo celebrare chi ha vinto: dai giocatori alla società passando chiaramente per i tifosi. La testa, per quanto ci riguarda, è andata al prossimo campionato già un minuto dopo aver vinto l’Eccellenza. Per chi gestisce una società di tempo per festeggiare ne ha sempre poco. Adesso dobbiamo pensare al mercato, all’organizzazione e alla preparazione per la prossima stagione, che sarà più difficile e più costosa, oltre al centro sportivo e l’implementazione del settore giovanile. Al di là di chi rimarrà o di chi arriverà, dobbiamo riuscire a stare in un budget che permetta al Grosseto di essere tranquillo. Il futuro dei giocatori, comunque, sarà valutato al 30 giugno”.

“Durante gli anni di gestione del Roselle – ha aggiunto Ceri – ho mantenuto lo zoccolo duro per più stagioni, confermando quello che per me era l’ossatura fondamentale, e non è un caso che il peggior piazzamento l’abbiamo avuto l’anno in cui siamo diventati Grosseto e abbiamo perso diversi giocatori del gruppo storico. In ogni caso il mio parere deve coincidere con quello del direttore sportivo per dar vita al miglior gruppo possibile”.

Si comincerà alle 20 con la cena a buffet, con il sottofondo dell’ormai tifosissimo Conte Max, mentre verso le 21 Eddy e lo stesso Conte Max daranno vita a una premiazione, organizzata dalla Curva Nord, dedicata a squadra, società e settore giovanile. E chi vorrà potrà anche acquistare gadget del Grosseto, tra cui anche la maglia per celebrare la storica vittoria di Massa Marittima.

“Innanzitutto vogliamo festeggiare una stagione fantastica – ha sottolineato Riccardo Ciani, dei Maremmani 1912, tra gli organizzatori della premiazione -, in cui anche i settori giovanili sono andati bene. Dopo la festa ci prenderemo come tifosi una breve pausa per continuare poi a sostenere il progetto dei Ceri che parte da una forte identità grossetana, dal settore giovanile e da un gruppo forte che può essere migliorato di anno in anno. Grosseto adesso ha una società seria, che non fa voli pindarici ma ci dà la possibilità di passare estati tranquille”.

Commenti