Il trofeo Leporatti sostiene lo sport: con il ricavato tutti potranno giocare a calcio

ORBETELLO – Torna il trofeo calcistico dedicato all’avvocato lagunare Bruno Leporatti, in nome del quale è stato avviato un percorso, non solo sportivo, per sostenere i giovani del centro “Il Fenicottero Rosa” di Orbetello nell’ambito del progetto “Gonfia la rete”.  L’appuntamento è domenica 9 giugno, a partire dalla mattina, al campo Dogalli Miralli di Orbetello Scalo dove 10 squadre di ragazzi, i nati del 2009, si affronteranno per vincere il torneo e, molto di più, giocheranno in favore di altri ragazzi.

“Gonfia la rete” aveva mosso i primi passi lo scorso anno, partendo proprio dal primo memorial Leporatti, realizzato grazie al contributo Polisportiva Orbetello Scalo, dei Pescatori di Orbetello e il supporto dell’Ordine degli Avvocati di Grosseto e durante  il quale erano stati raccolti i primi fondi per far partire il percorso sportivo dedicato ai ragazzi del Fenicottero Rosa, struttura gestita dalla cooperativa Uscita di Sicurezza. Non solo, il progetto è stato sostenuto anche dal Lions Club “I Presidi” di Orbetello, presieduto da Valeria Avagliano, con una donazione di oltre 1600 euro e dalla Polisportiva Orbetello Scalo che, durante tutto l’anno, ha offerto le strutture sportive.

Il memorial ora si trasforma nel trofeo Leporatti, presentato oggi al campo di Orbetello Scalo in occasione della festa conclusiva del progetto “Gonfia la rete”, ideato, voluto e promosso da Marco Leporatti Persiano e da uno dei tecnici dell’Asd Orbetello Scalo, l’allenatore Giovanni Della Volpe : «Il primo anno del progetto – dice il tecnico giallo/verde – ha coinvolto 16 ragazzi dai 6 ai 16 anni, ed è stato un anno propedeutico all’inserimento dei giovani atleti nelle squadre dell’Orbetello Scalo: il ricavato del torneo ci permetterà di accoglierli gratuitamente alla nostra scuola calcio che, dal prossimo anno, sarà divisa per categorie, dai piccoli amici agli juniores».

«Durante questa festa di chiusura – prosegue Della Volpe – salutiamo i bambini e ringraziamo tutti coloro che hanno creduto e sostenuto “Gonfia la rete” e che hanno permesso l’apertura di questo nuovo capitolo che riparte dal trofeo Leporatti, non più un triangolare tra tre squadre di adulti, ma un vero e proprio torneo dedicato ai bambini, 10 squadre provenienti da tutta la Toscana, tra cui anche il Livorno e il Siena. Oltre al Lions e alla Polisportiva, mi preme ringraziare il mister Gabriello Carotti, che mi ha aiutato nel percorso tecnico ed educativo».

Trofeo Leporatti19

«I ragazzi del Fenicottero Rosa – spiega il presidente di Uscita di Sicurezza, Luca Terrosi – hanno partecipato al progetto con grande entusiasmo e sono cresciuti moltissimo grazie al percorso fatto insieme ai tecnici, sia dal punto di vista sportivo che umano. Ringraziamo gli ideatori del progetto e quanti lo hanno reso materialmente possibile, sicuri che il prossimo anno si rinnoverà una bella e proficua collaborazione»

«Il ricordo di Bruno associato alla gioia ed al sorriso dei bambini in una giornata di sport sano è una grande emozione – dice la moglie di Leporatti, Patrizia – Bruno amava il calcio, i bambini, il gioco pulito. Per questo il nome di Bruno è un simbolo di unione: mi auguro che l’appuntamento si rinnovi ogni anno, divenendo una ricorrenza attesa e, inoltre, mi piacerebbe che al trofeo partecipino sempre più squadre del territorio».

 

Commenti