Repubblicani: «Vogliamo un ruolo importante in Giunta. Noi fondamentali per la vittoria»

MASSA MARITTIMA – “Passato il voto, l’analisi è d’obbligo – scrivono in una nota i Repubblicani di Massa Marittima -. Sebbene il risultato sia stato estremamente soddisfacente per il nostro gruppo, alcune riflessioni si rendono necessarie. E’ fuori di dubbio che l’elettore massetano sia sia dimostrato maturo ed attento: le sue preferenze non si sono limitate a barrare la croce sul simbolo della lista o sul nome del candidato a sindaco, ma hanno fornito un’indicazione chiara di quali sarebbero dovuti essere i candidati consiglieri (risibili il numero delle schede nulle e le contestazioni), segno evidente che il voto, oltre ad essere ragionato, si è dimostrato consapevole e chiaro nelle intenzioni. Guardando poi ai numeri, risalta immediatamente all’occhio come il Pd a Massa Marittima si sia attestato sulle 1500 preferenze, mentre la lista Massa Avanti Insieme ne abbia guadagnate circa 2200”.

“Questo dato – continua la nota – rende pacifiche quattro considerazioni: la sinistra, a Massa Marittima, ha toccato il punto più basso del suo consenso dal dopoguerra ad oggi; il fattore determinante per la vittoria di questa competizione è da attribuirsi all’apporto dei Repubblicani, elemento questo corroborato dalle numerose preferenze guadagnate dai nostri candidati Barbara Fiorini e Alessandro Giuliani, risultati rispettivamente la prima e il terzo più votati della lista (e tra i primi quattro in assoluto); in un’ottica strettamente tripolare, Massa Avanti Insieme diviene di fatto un attore politico moderato, riformista, espressione di una visione programmatica congiunta tra centrodestra e centrosinistra, alternativo tanto alla sinistra estrema di Luciano Fedeli, quanto alla destra a trazione leghista di Fiorenzo Borelli; i voti dei Repubblicani sono pressoché rimasti invariati rispetto alle consultazioni precedenti, a dimostrazione del fatto che sull’intesa tra Pd e Repubblicani la fiducia da parte della base è stata massima. Il tutto a prova del fatto che un progetto politico ambizioso, supportato da basi programmatiche solide e da una convergenza politica effettiva, e non di facciata, possa davvero produrre risultati importanti e di valore per la comunità”.

“I Repubblicani – conclude la nota -, in questo senso ed in questa importante fase storica, intendono giocare una partita da veri protagonisti, ribadendo a gran voce il loro ruolo di preminenza nella composizione della squadra di governo. Le cose da fare sono tante e non vediamo l’ora di mettere in moto idee ed energie per portare finalmente il nuovo a Massa”.

Commenti