Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A scuola laboratori poetici, ottava rima e gare di cucina per stimolare la creatività

Più informazioni su

SCARLINO – Nell’ambito del Maggio dei libri, durante il mese si sono svolti, alla scuola di via Lelli a Scarlino Scalo, i due eventi finali a coronamento dei percorsi di promozione alla lettura rivolti agli alunni delle scuole del Comune di Scarlino che la Biblioteca comunale ha attivato in collaborazione con l’Istituto comprensivo Pascoli di Gavorrano e Scarlino, e curati dall’associazione “Allibratori”.

I percorsi realizzati durante l’anno scolastico hanno interessato gli alunni di tutti gli ordini di scuola, dall’infanzia alla primaria fino alla media, e sono stati articolati per aree tematiche: “Do-re-mi Favole”, “Divoralibri”, “Avanti Ottavanti” e la “Biblioteca Circolante”.

I progetti “Avanti Ottavanti” e “Divoralibri” prevedevano anche un evento finale; nel primo caso, presso l’aula magna, le classi II A e II B della scuola media si sono sfidate a suon di rime con ottave sui temi del gioco, del cibo e della musica ed hanno trovato un terzo sfidante nelle allieve dell’università dell’età libera che seguono le lezioni in biblioteca.

Durante gli incontri in classe, veri e propri “laboratori poetici”, dove la conoscenza di testi, storie e aneddoti, è andata di pari passo con la sperimentazione diretta di divertenti tecniche compositive, i ragazzi delle due classi hanno appreso l’utilizzo dell’espressività poetica, con particolare riferimento allo schema metrico dell’ottava rima. Lo scopo dell’attività è stato quello di rinnovare e stimolare l’interesse dei giovani nei confronti di una tradizione poetica ormai solo patrimonio degli anziani.

La partecipazione del gruppo delle allieve dell’università dell’età libera è stato, a questo proposito, l’ottimo coronamento di questo confronto tra generazioni, tra nonni e nipoti. Ne è scaturito il montaggio di un bel video realizzato dagli “Allibratori”, che è stato proiettato durante la manifestazione, dove i ragazzi hanno, come nella migliore tradizione dei poeti cantatori, improvvisato un’ottava di chiusura.

Il giorno dopo invece, la mattinata di sole ha permesso la finale del progetto “Divoralibri”: dopo la presentazione in classe di una serie di testi da parte degli “Allibratori”, i ragazzi si sono cimentati in una gara critico-culinaria, dove gli ingredienti sono stati rintracciati e scelti nei testi dei libri: le emozioni e le sensazioni suscitate dalle pagine sono state condivise dalla classe ed associate ad ingredienti che sono andati a farcire i “panini di classe”, che sono stati preparati nel giardino della scuola, trasformatosi nell’occasione in un vero e proprio set in esterna degno di gara da “masterchef”.

Tre classi, la classe IV-V della primaria del capoluogo e le due prime medie hanno sfoggiato sui tavoli da lavoro delle vere e proprie opere d’arte culinaria, visto che la valutazione interessava la scenografia, l’ impiattamento, la recensione del testo e la presentazione degli ingredienti, la motivazione della scelta e, ultimo ma non ultimo, il gusto.

La giuria, composta dalla dirigente Bianca Astorino, dalla chef scarlinese d’adozione Alessandra Bechi e dall’ “allibratrice” Maura Graziani, ha avuto un compito veramente gravoso nell’individuare il vincitore che, al termine della “gustosa” competizione è risultata la classe prima A della scuola media, con una differenza di pochissimi voti rispetto al secondo classificato.

Con la premiazione dei vincitori si conclude idealmente un viaggio iniziato prima della vacanze di Natale, durante il quale la collaborazione tra Biblioteca comunale e Istituto comprensivo ha permesso ai libri di entrare nelle case di tutti i ragazzi scarlinesi, stimolandone la creatività, l’attitudine al confronto e alla condivisione delle idee e il senso critico della lettura.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.