Lavoro, De Luca: «Occupazione è una priorità, aprirà un nuovo ufficio dedicato»

FOLLONICA – «In un momento di difficoltà forte del lavoro sul nostro territorio, vorremmo esprimere la nostra vicinanza ai lavoratori di SumiRiko, che hanno visto trasferire parte della produzione a Torino. Crediamo che il territorio non debba conoscere limiti di pianificazione, ma vada pensato come unicum» a dirlo il candidato sindaco della lista In Movimento per Follonica, Francesco De Luca.

«Per questo – aggiunge De Luca – ci impegneremo una volta eletti a lavorare insieme al Comune di Scarlino e alle rappresentanze sindacali per trovare una soluzione che permetta di riportare investimenti in loco. Il manifatturiero di qualità, l’high tech a basso impatto ambientale possono rappresentare una fonte importante di sviluppo per il nostro territorio. Come lista civica lavoreremo nel nuovo piano operativo per abbassare Imu e oneri di urbanizzazione alla Zona industriale, così da favorire le trasformazioni dei capannoni, dando benefici a chi metterà pannelli solari e toglierà l’amianto dai tetti».

«Vogliamo far ripartire la zona artigianale della città – dice ancora il candidato – che negli ultimi anni è stata abbandonata a se stessa. Proponiamo a questo fine di costituire un ufficio di piano unico tra Scarlino e Follonica, sarebbe un’innovazione importante, non è mai stato fatto. E sarebbe fondamentale per disegnare le strategie per un nuovo polo tecnologico e dell’economia verde. Vogliamo inoltre favorire gli investimenti anche nel settore turistico-ricettivo inaugurando un nuovo modo di pensare il turismo, come una vera e propria industria del tempo libero (e a basso impatto ambientale), in grado di favorire un’occupazione 365 all’anno e con buste paga regolari».

«Infine – conclude De Luca – punteremo su un nuovo ufficio del lavoro (in centro e non più defilato) che riceva i curricula dai cittadini e li indirizzi in piani di formazione e riqualificazione, e sull Ufficio Europa, puntando a intercettare i fondi europei per lo sviluppo del territorio. Per noi il lavoro sarà la priorità, perché solo da lì può ripartire la crescita del nostro territorio».

Commenti