Quantcast

Donati: «Più lavoro, meno burocrazia e turismo centro dell’economia. Ecco cosa serve a Capalbio»

CAPALBIO – «Ora più che mai Capalbio ha bisogno di esperienza e determinazione. Manca meno di una settimana al voto e prosegue senza sosta il mio incontro con decine di cittadini capalbiesi ogni giorno» a dirlo il candidato della lista Vivere Capalbio, Marco Donati.

«Giovani, imprenditori, rappresentanti del mondo del volontariato, dell’agricoltura, del turismo – chiarisce Donati – Capalbio è un territorio fantastico che merita attenzione, grande attenzione, consapevolezza, esperienza, determinazione e competenze. Quando ho iniziato questo percorso elettorale, ho avuto sempre con me la convinzione che occorresse grande responsabilità e senso del futuro per rilanciare la nostra comunità. Continuo a sostenere che lo sviluppo e la crescita di Capalbio dipendano da scelte strategiche che oggi possiamo compiere e che abbiano risvolti immediati nella vita dei cittadini e di tutti coloro che questo comune lo amano e lo scelgono».

«Quindi sì al lavoro con politiche di snellimento della burocrazia e defiscalizzazione ove possibile – spiega il candidato – cercando di costruire percorsi alternativi e virtuosi; sì al potenziamento della scuole e delle politiche giovanili; sì al turismo sostenibile ma volano della nostra economia; attenzione al mondo dell’agricoltura; attenzione alla cultura e allo sport con una visione di territorio ben chiara e nitida. Capalbio è un comune che deve porre al centro della propria attività amministrativa i cittadini e deve continuare a esportare il suo nome e le sue caratteristiche uniche nel mondo. Siamo in un territorio eccezionale per ambiente e opportunità».

«Serve concretezza ed esperienza – conclude Donati – nei nostri incontri abbiamo spiegato come anche la riscrittura del quadro conoscitivo del piano strutturale potrà essere occasione di cogliere opportunità sostenibili e compatibili dal territorio e dall’imprenditoria anche giovanile. Altra importante partita che dovrà vedere l’amministrazione protagonista è quella del settore turistico letto in chiave di offerta di turismi: non solo balneare, ma anche culturale, venatorio, rurale e attivo. La settimana è iniziata insieme agli imprenditori e proseguirà fino a domenica in mezzo alla gente».

Commenti