Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mattarelli: «Alla rotatoria un addobbo degno del deserto dell’Arizona»

ORBETELLO – «Facendo seguito alle segnalazioni di numerosi cittadini, siamo a rappresentare una situazione che potrebbe essere migliorata sotto l’aspetto dell’arredo e decoro urbano, ci riferiamo all’addobbo floreale della rotatoria davanti al cimitero e alle aiuole dei giardini aperti» a intervenire è il coordinatore della sezione Costa d’Argento del Raggruppamento Politico Autonomo, Luciano Mattarelli.

«Nella rotatoria nei presi del cimitero – spiega Mattarelli – punto di ingresso in Orbetello, attualmente insiste un addobbo che più si addice ad una cittadina del deserto dell’Arizona, che non a una cittadina lacuale e marittima come Orbetello.  A tal proposito molti cittadini segnalano che, come per altre località a vocazione turistica come la nostra ( Rimini, La zona della Versilia, il litorale veneto, ecc.), si potrebbe allestire nella rotatoria una decorazione tematica inerente alla nostra cultura e tipicità, locale. Si pensi ad allegorie inerenti il mondo della pesca in laguna, ovvero di vita marina»

«La seconda – prosegue il coordinatore – si riferisce all’allestimento dei giardini pubblici di Piazza Cortesini, i cosidetti giardini “aperti”. Le aree verdi, separate dai vialetti mattonellati, sono diventate piu’ colorate, piu’ decorative, piu’ belle , sia esteticamente che come conformazione. Molti cittadini segnalano che forse sarebbe necessario, per preservarle, circondarle con piccola recinzione in ferro di colore verde, non molto alta e armonizzata con il resto, ovvero in legno.  Infatti già ad oggi si sono registrati attraversamenti di persone che invece di percorrere i vialetti appositi hanno attraversato calpestando le suddette aree verdi».

«Inoltre – conclude Mattarelli – una barriera fisica, anche psicologicamente, fa sì che non ci possano essere equivoci di sorta sul fatto che chi attraversasse sul pratino, compia una azione illecita. Inoltre la prefata barriera disincentiverebbe eventuali intenzioni di bivacchi.  Certi che il tutto possa essere risolto velocemente e con economie non eccessive (anche attraverso sponsor privati), si ringrazia per l’attenzione e si resta a disposizione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.