Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I candidati di Fratelli d’Italia: «Raccolta dei rifiuti e cassonetti intelligenti per Scarlino» foto

SCARLINO – La Tari, l’ambiente, i rifiuti. Sono i temi per i candidati di Fratelli d’Italia nella lista di Francesca Travison Paolo Raspanti e Pierpaolo Todisco. «Un programma concreto e coeso, che abbraccia temi e problematiche del territorio a trecentosessanta gradi».

Scarlino Può (Francesca Travison) 2019 Pierpaolo Todisco

“Come ad esempio – dicono – temi riguardanti l’ambiente, con  l’adozione di un sistema di raccolta rifiuti con cassonetti intelligenti, tra l’altro già sperimentato e adottato a Grosseto, dove ha portato risultati eccellenti nella raccolta e nel contempo e riuscito ad abbattere le tasse con la Tari scesa del 20%”.

“Oppure, – continuano Raspanti e Todisco – sul turismo, altro punto di forza per poter far ripartire l’economia scarlinese. Un territorio, quello di Scarlino, dove mare e natura non hanno eguali per bellezze e opportunità. Per non tralasciare poi l’aspetto molto importante sulla qualità della vita, sulla riqualificazione del territorio, e di tantissime altre criticità di cui soffre da decenni Scarlino”.

“Oggi, alla vigilia di questa tornata elettorale, – conclude Fabrizio Rossi portavoce provinciale – assistiamo nel territorio scarlinese a un segnale ben chiaro, che è dato da un vero frantumamento della sinistra che ha governato sino ad oggi. Sono ben tre le liste di sinistra o pseudo tali, con al comando personaggi molto noti e politicanti di mestiere della vecchia guardia, che corrono per la poltrona di sindaco. Nomi, che sanno molto di minestra riscaldata e che di certo sappiamo tutti che fino adesso non hanno portato nulla alla comunità scarlinese, se non lo stato di depauperamento in cui attualmente si trova. Noi di Fratelli d’Italia, ci siamo e sosterremo con forza la candidatura di Francesca Travison, perché siamo fermamente convinti che sia la persona giusta per amministrare bene  Scarlino, e soprattutto sia in grado di dare quella svolta a trecentosessanta gradi di cui tutta la comunità scarlinese ha veramente bisogno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.