Maestrini: «Noi l’unica lista civica, siamo senza padroni »

SCARLINO – «Questa campagna elettorale è partita male nelle settimane passate, con ben 4 liste in un Comune piccolo come il nostro ed i cittadini in difficoltà per questo sovraffollamento, oltre che stufi di sentire proclami da bar sui social invece che programmi, proposte e concretezza per il futuro del nostro Comune». Così parla Roberto Maestrini, candidato sindaco di PensiAmo Scarlino.

«La lista PensiAmo Scarlino è nata per affrontare i problemi reali con idee nuove, con proposte che non hanno nulla a che vedere con le segreterie di partito che impartiscono ordini dall’alto, a partire dal livello regionale fino a scendere alle sezioni locali, a destra come a sinistra».

«Siamo gli unici che non abbiamo padroni, con idee e proposte libere e di cui dobbiamo rendere conto solo ai nostri cittadini. Nelle assemblee pubbliche illustreremo il nostro programma fatto di impegni concreti e fattibili, partendo dalle piccole cose. dalle necessità quotidiane, per poi affrontare anche progetti più strategici di lungo respiro».

«Dai nostri avversari di centro-destra invece riceviamo una richiesta di confronto pubblico, pur sapendo benissimo che il confronto è già stato programmato in tv, e sarà lì che ci confronteremo, senza caciara e cercando un dibattito propositivo e finalizzato al meglio per i nostri cittadini. Dall’altro lato leggiamo sui social che il sindaco di professione Bonifazi sforna nuove proposte quotidianamente, anche su fatti già esistenti o su idee già realizzate da altri che ha notato solo adesso, a volte con voli pindarici e progetti faraonici che si addicono poco alla realtà scarlines, mentre il Sindaco in carica è colto da grande attivismo come non abbiamo visto negli anni precedenti per recuperare all’ultimo tuffo e guadagnarsi una riconferma».

«La nostra lista, l’unica lista civica di questa campagna elettorale, è pronta con me e gli altri consiglieri a prendere in mano l’amministrazione del comune iniziando a cambiare qualcosa nel funzionamento degli uffici del palazzo, rendendoli più attivi, partecipi e soprattutto più vicini al cittadino. Nel primi 100 giorni faremo una revisione della pianta organica e istituiremo delle commissioni di circoscrizione nelle frazioni con rappresentanti delle associazioni e di semplici cittadini allo scopo di raccogliere i bisogni più urgenti e attuarli».

«Il nostro lavoro partirà dall’esame scrupoloso del bilancio comunale per trovare risorse ed eliminare gli sprechi e sarà basato sulla trasparenza e il coinvolgimento della gente».

«Da stasera inizieremo con gli incontri pubblici in giro per il Comune iniziando da Pian d’Alma, per poi essere domani sera a Scarlino, Giovedì 16 a Scarlino Scalo e Sabato 18 al Puntone, per presentare e far conoscere i nostri candidati provenienti da tutto il territorio scarlinese ed illustrare le idee che abbiamo pensato ed inserito nel nostro programma elettorale».

Commenti