Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trasporto pubblico, Rossi: «Da governatore e Pd ennesimo atto contro imprese italiane»

GROSSETO – “Ancora una volta assistiamo, da parte del Pd e del governatore della Regione Toscana, all’ennesimo atto di forza contro gli interessi delle imprese italiane – dice Fabrizio Rossi, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia – . L’assegnazione della gara da ben 4 miliardi di euro che riguarda il trasporto pubblico su gomma nella nostra regione, e di conseguenza anche nella nostra provincia all’Autolinee Toscane, società quest’ultima controllata dal colosso francese Ratp, è la conferma tangibile che il governatore Rossi tiene più al fascino transalpino, che invece a quello italiano”.

“Da più parti, – continua l’esponente di Fratelli d’Italia – è stato chiesto al governatore Rossi, prima di prendere qualsiasi decisione, d’aspettare almeno il parere del Consiglio di Stato sul ricorso presentato dal consorzio italiano Mobit, di cui fa parte anche Tiemme, ma purtroppo a nulla è servito questo appello. Con questa decisione palesemente affrettata, in caso di un giudizio sfavorevole per la Regione Toscana da parte del Consiglio di Stato, si rischia davvero il caos, con tutte le conseguenze e strascichi giudiziari che ne conseguono”.

“Come al solito, – conclude Fabrizio Rossi – a pagarne le spese di questa gestione fallimentare della sinistra e del Pd che governa la nostra regione, saranno i tantissimi cittadini che ogni giorno si muovono usando i mezzi pubblici per andare a lavorare e le diverse aziende toscane che avevano presentato ricorso al Consiglio di Stato ed erano in attesa di tale sentenza. Noi di Fratelli d’Italia diciamo basta a questa gestione fallimentare, e ricordiamo a governatore e al Pd toscano che il 2020 si avvicina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.