Quantcast

Maestrini sul Puntone: «Una perla da proteggere e potenziare acoltando chi ci vive»

SCARLINO – «Puntone: una perla da proteggere e da potenziare. E proprio al Puntone è dedicata un’ampia parte del nostro programma elettorale» a parlare è Roberto Maestrini, candidato sindaco per la lista PensiAmo Scarlino.

«Puntone – chiarisce Maestrini – vuol dire mare e turismo. Ma vuol dire anche ascolto e rispetto delle esigenze
di chi, in questa bellissima frazione, vive per tutto l’anno. Ascoltando la voce dei cittadini è emersa la necessità di maggiore sicurezza sull’intero tessuto urbano. Inoltre, è stata evidenziata l’esigenza del potenziamento dell’illuminazione pubblica, sia al Puntone sia a Portiglioni: esigenza che abbiamo in progetto di soddisfare prontamente utilizzando fonti rinnovabili e a led. Per la viabilità, annoso problema soprattutto durante i mesi estivi, sono prioritarie la costruzione delle rotonde sulla strada Provinciale delle Collacchie (tra gli impegni a carico del concessionario del porto) e il collegamento di una bretella per decongestionare il traffico nella zona del semaforo, permettendo di saltare il centro del Puntone a chi non debba andare in direzione Follonica. Pensiamo, inoltre, al potenziamento del servizio di sicurezza con l’installazione di telecamere, sia agli accessi di Portiglioni, che nella zona residenziale. È necessario, inoltre, un controllo (anche con telecamere) vicino ai cassonetti per evitare che diventino la “pattumiera” dei soliti incivili. Per decongestionare il traffico estivo e favorire la mobilità sostenibile, sarà fondamentale il prolungamento della pista ciclabile sulla Provinciale in direzione Scarlino, anche per consentire ai turisti di recarsi al mare dalle strutture turistiche in sicurezza e senza appesantire troppo il traffico».

«Vorremmo rendere gratuiti, eccetto che per i mesi di luglio e agosto – aggiunge il candidato – i parcheggi già esistenti lungo il litorale (lungo il Canale Solmine, nei pressi del distributore ex Butelli, alla Corte dei Tusci e alla Polveriera). Ma non solo. La gestione dei parcheggi deve passare direttamente all’Amministrazione comunale. In tal modo diventerebbe maggiormente controllabile e più redditizia, e permetterebbe l’assunzione per concorso di personale stagionale. Questo sarà fattibile una volta scadute le concessioni in essere. Vorremmo rendere gratuito anche il parcheggio del Porto, al servizio delle strutture commerciali e della Marina, tranne che nelle serate di apertura dei locali notturni oltre la mezzanotte».

«L’obiettivo è incentivare il turismo e il commercio – sottolinea Maestrini – anche nei mesi di bassa o media stagione turistica, oltre a fidelizzare il turista attraverso un tipo di offerta non presente nei Comuni limitrofi. È nostro obiettivo migliorare anche le passerelle del Padule, nell’ottica di incrementare il turismo naturalistico, sfruttando le potenzialità dell’oasi faunistica dove potrebbero essere creati itinerari turistici con piccole imbarcazioni o canoe. Lo sviluppo del turismo alternativo deve anche proseguire con il miglioramento della sentieristica per aumentare il turismo sportivo, sia in bicicletta, che a piedi e a cavallo. Si ritiene prioritario il potenziamento dell’impianto polivalente del Puntone, come possibile centro multifunzionale, superando le problematiche attuali inerenti l’accesso del pubblico e i posti auto».

«In porto dovranno essere completati gli interventi previsti, incluso il comparto 2 e l’accesso pedonale dal lato destro della Fiumara – conclude il candidato – è necessario, inoltre, dare ai privati la gestione degli spazi di litorale già individuati dal piano di sviluppo. I privati dovranno, in cambio, mantenere pulite spiagge e pinete e dovranno tutelare le aree protette e la riserva biogenetica. All’interno del Comune dovranno essere identificate aree per la sosta dei camper e aree per la ricarica dei mezzi elettrici. Al Puntone l’area dovrà essere facilmente collegabile con la Marina, per poter permettere ai turisti di usufruire dei servizi disponibili e poter facilmente accedere al mare».

Commenti