Provincia, Coppi: «La maggioranza ha disertato le elezioni. I cittadini si meritano di meglio»

CASTELL’AZZARA – “Castell’Azzara si merita degli amministratori più attenti e presenti, stiamo perdendo servizi essenziali e una delle cause di questa tendenza negativa è l’incapacità, o peggio ancora la scarsa volontà, di costruire rapporti collaborativi con gli altri livelli di governo, dimostrata da parte di chi ha amministrato il Comune in questi anni” a dirlo Maurizio Coppi, candidato a sindaco di Castell’Azzara con la lista l’Alternativa, che critica i consiglieri di maggioranza per non aver partecipato alle elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale.

«Noi ci proponiamo come possibile Alternativa per la rinascita di Castell’Azzara – spiega il candidato – rispetto a chi diserta (per scelta) appuntamenti così importanti come le elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale: per Castell’Azzara il giorno del voto in Consiglio provinciale erano presenti i soli consiglieri di minoranza Maurizio Coppi e Massimiliano Nannoni, mentre tutta la maggioranza era assente, a fronte di altri Comuni che hanno registrato percentuali altissime di presenza, alcuni superiori all’80%».

«Avevamo sollevato questo problema sulla nostra pagina facebook – prosegue Coppi – e la risposta dell’attuale sindaco di Castell’Azzara è presto arrivata con un post sulla pagina istituzionale del Comune, in cui la toppa messa, se possibile, ci sembra ancor peggio del buco. Crediamo infatti che andare a votare sia un dovere, tanto più quando si tratta di elezioni provinciali. Allora è un dovere istituzionale, che ogni consigliere assume nei confronti dei cittadini nel momento in cui accetta la propria carica. Non ha senso quindi l’astensione, anzi è controproducente, perché la mancata partecipazione al voto dei consiglieri dell’attuale maggioranza di Castell’Azzara, non ha fatto altro che facilitare la riconferma di quel Consiglio provinciale che avrebbe messo in discussione la permanenza delle scuole nel nostro comune».

«Se non ci sei non conti – conclude il candidato – e questo gli attuali amministratori di Castell’Azzara non lo hanno ancora capito, visto che in pochi anni ci hanno condotto all’isolamento totale e all’ininfluenza nelle politiche provinciali. Il fatto che la lista guidata da Guidotti predichi la continuità con l’attuale amministrazione getta un’ombra preoccupante sul futuro del nostro Comune, da troppo tempo in balia di amministratori incapaci di porre in essere politiche e alleanze a salvaguardia del territorio»

Commenti