Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Storia e cultura si uniscono nel ricordo della tragedia: a Ribolla torna “La miniera a memoria”

ROCCASTRADA – Memoria storica e sociale e cultura tornano a unirsi a Ribolla, nel ricordo del 65esimo anniversario della strage mineraria di Ribolla del 4 maggio 1954 costata la vita a 43 minatori. Gli appuntamenti con il cartellone ‘La miniera a memoria’ si apriranno sabato 4 maggio e andranno avanti fino a martedi 28 maggio, promossi dal Comune di Roccastrada in collaborazione con Coeso SdS, Parco Tecnologico Archeologico delle Colline Metallifere Grossetane, Fondazione Bianciardi e numerose associazioni locali.

Il ricordo della tragedia a 65 anni di distanza. Le 43 vittime che persero la vita nell’esplosione del 4 maggio 1954 nella miniera di gas grisou di Ribolla saranno ricordate sabato 4 maggio con un’intera giornata di celebrazioni che si aprirà alle 9.30 con la Santa Messa nella Chiesa dei Santi Barbara e Paolo apostolo. Alle 10.30 sarà deposta la corona al Monumento al minatore, alla presenza, fra gli altri, del sindaco di Roccastrada, del presidente della Regione Toscana e del Vescovo di Grosseto, Monsignor Rodolfo Cetoloni e di altre autorità. Seguirà un omaggio in ottava rima per il 4 maggio a cura dell’Associazione Sergio Lampis, accompagnato da musica popolare e tradizionale. Alle 11.30 le celebrazioni si sposteranno al Pozzo Camorra e al Monumento ai Minatori, per la deposizione delle corone. La giornata di commemorazione riprenderà alle 16 alla Porta del Parco, con la inaugurazione della mostra fotografica “Miniera a memoria: Scatti tra passato e presente” a cura di Carbonari Ribollini, Porta del parco, Avis e Pro Loco di Ribolla; inaugurazione anche dela mostra pittorica “Il paesaggio e la sua anima”, opere di Carla Moscatelli.

Gli appuntamenti con ‘La miniera a memoria’ torneranno domenica 5 maggio alle 8 con la corsa podistica trofeo La Miniera a Memoria, percorso di 10 Km inserito nel circuito “Corri nella Maremma”, mentre alle 9 sarà la volta della Passeggiata amatoriale di 4 Km con il cane, quarta edizione della Walking Dog con guida narrativa, a cura della Porta del Parco.Il ricordo della storia mineraria della zona e della tragedia del 4 maggio 1954 andrà avanti fino al 28 maggio con presentazioni di libri, spettacoli teatrali, escursioni e passeggiate culturali e narrative nei luoghi minerari, appuntamenti sportivi, tradizioni e canti popolari.

Ricordare quanto avvenne a Ribolla il 4 maggio 1954 e le 43 vittime, non è solo una semplice commemorazione, ma anche un modo per non dimenticare la storia del territorio e i suoi valori sociali e di comunità. 65 anni fa Ribolla ha vissuto una delle pagine più drammatiche della sua storia e ogni anno, grazie al cartellone ‘La miniera a memoria’ vengono accesi i riflettori sul passato ma anche sul futuro affrontando temi importanti ed ancora attuali. Il ricordo passerà anche da tante iniziative culturali e sociali, realizzate anche grazie alla collaborazione delle numerose associazioni locali.

Tra gli eventi di spicco, preme evidenziare la Giornata Ecologica prevista per domenica 12 maggio alle  9 in collaborazione con le associazioni del territorio, lo spettacolo di mercoledi 22 maggio alle 18 presso Rocca di Montemassi “Se vi assiste la memoria” con I Vincanto e le iniziative del giorno sabato 25 maggio nell’ambito della rassegna “I luoghi del tempo” con una serie di eventi, letture, racconti, concerto e spettacolo teatrale, a partire dalle 18.30 e fino a tarda sera.

Informazioni. Per ulteriori informazioni sul cartellone “La miniera a memoria” è possibile contattare la Porta del Parco di Ribolla al numero 0564-578033 oppure il Comune di Roccastrada al numero 0564-561229. Il programma completo degli eventi può essere visionato sul sito istituzionale www.comune.roccastrada.gr.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.