Ormeggi comunali, Lauricella: «Gravi ritardi a Talamone, le barche dovevano già essere in acqua»

TALAMONE – «Continua in maniera chiarissima l’abbandono di Talamone da parte della attuale amministrazione comunale di centrodestra che si vede in zona solamente quando c’è bisogno di farsi dei selfie per raccogliere consensi sui social» a dirlo è il segretario del circolo Pd di ALbinia, Valerio Lauricella, che accusa l’amministrazione Casamenti di essere in ritardo con gli ormeggi comunali nel Fossino di Talamone.

«Questa volta a risaltare all’occhio è la desolazione che riguarda una parte del porto e il Fossino – spiega il segretario – riservato agli ormeggi comunali, dove ancora non è stato possibile ormeggiare le piccole barche dei residenti. Un fatto che sta creando dispiacere a tanti dei miei concittadini anche perché più volte il delegato al demanio, Ivan Poccia, aveva assicurato che entro Pasqua tutto sarebbe stato a posto. Invece ancora tutti fuori, mentre in altri approdi comunali come Santa Liberata, le barche sono già tranquillamente entrate, anzi non sono mai uscite».

«Ma di Talamone ci si ricorda solamente quando c’è da fare propaganda elettorale – conclude Lauricella – poi tutto cade nel dimenticatoio. L’amministrazione comunale dovrebbe dare merito alla Regione Toscana e diportisti per l’avvio dell’escavazione del porto, come dovrebbe ringraziare ancora per l’ennesima volta la Regione che ha stanziato soldi per l’erosione costiera. Fare un passo indietro ogni tanto non guasta nulla».

Commenti